giovedì 31 marzo 2011

Flickr: Album di edoardo.baraldi

Flickr: Album di edoardo.baraldi

lunedì 21 marzo 2011

http://lamangrovia.wordpress.com/2011/02/28/verra-lapocalisse/

uno spiffero di aria buona , una buona divagazione tra le tante negatività della vita..

http://lamangrovia.wordpress.com/2011/02/28/verra-lapocalisse/

E adesso: ci sono ancora sette turni di speranza

E matura ancora una volta una sconfitta in trasferta per il Siracusa di Ugolotti che aveva fatto lavorare sodo la sua pattuglia nella settimana che ha preceduto la trasferta in quel di Lanciano,contro la squadra di Camplone che seppure non esprimendosi in maniera trascendentale riesce a segnare un golletto e a conservarlo sino alla fine.

Si trattava di una sfida tra due squadre che puntano entrambe alle posizioni da play off in questo girone B del campionato di Prima Divisione e che ha visto per certi aspetti gli aretusei,regalare un tempo agli abruzzesi salvo a sbracciarsi nel secondo tempo con l'entrata dei più tonici Abate e Corapi.

Purtroppo stavolta non sono state condivisibili le scelte operate dal tecnico di Massa che ha continuato a dare fiducia a Bongiovanni che si era allenato a scartamento ridotto e a un Koffi che si era dannato l'animo per conquistarsi un posto in squadra ma che è ancora lontano dall'avere raggiunto la migliore condizione agonistica.

E quindi anche con i limiti dinamici che gli vengono riconosciuti sarebbe stato meglio affidarsi all'esperto tarantino Vincenzo Cosa che possiede ancora una voglia matta di lottare.

Adesso come segnalava il vicepresidente Marco Mauceri,mancano ancora sette partite per continuare a coltivare il sogno dei play off,non tralasciando di valutare il fatto che questa squadra di sicuro non era stata costruita per puntare ad obiettivi di prestigio.

Ma occorre innanzitutto fermare il passo di questo Foggia che sta viaggiando,proprio in questo periodo,come un treno e poi riuscire a invertire la tendenza in trasferta perché nelle partite che ancora mancando da disputare si gioca maggiormente fuoricasa.

Quindi due quiz da risolvere,prima i problemi del centrocampo aretuseo e poi quelli dell'attacco ,si spera, puntando anche al recupero dell'ex attaccante del Melfi, Chiaria.

Cuori imbecilli e pecorelle smarrite « Un Giardino di Mangrovie 2.0

Si tratta di una articolata considerazioone da tenere presente! Forse ....
Cuori imbecilli e pecorelle smarrite « Un Giardino di Mangrovie 2.0

giovedì 3 marzo 2011

blackblog francosenia: Thapsos

Ecco come gli altri descrivono le nostre bellezze !

blackblog francosenia: Thapsos

Come ti faccio spiaggiare i cetacei

Due cetacei, due rari esemplari di zifio, si sono spiaggiati sulle coste vicino Siracusa, mentre è in corso un’esercitazione NATO con uso di apparecchiature sonar. Insieme al nostro testimonial Giovanni Soldini, denunciamo che questa non è una coincidenza: non sarebbe la prima volta che i cetacei spiaggiano perché disturbati da sonar militari.
Fortunatamente i due animali, due zifi di 6 e 8 metri, sono stati recuperati vivi e riportati al largo dalla Guardia Costiera, ma nessuno ha richiesto chiarezza su quanto è successo. L’operazione militare, nota come Proud Manta 11, continuerà fino al 17 febbraio, con l’impiego di sei sommergibili e sofisticate apparecchiature sonar.
Un grave stato di degrado:
“I nostri mari sono già in un grave stato di degrado”, afferma Giovanni Soldini, “è doveroso prendere ogni misura necessaria per evitare che le minacce aumentino.”
I sonar militari possono provocare effetti sui cetacei fino a 100 chilometri di distanza, producendo non solo disorientamento, ma molto spesso danni fisici che possono causarne anche la morte.
Relazione certa
La relazione tra lo spiaggiamento dei cetacei e l’uso del sonar è certa, almeno da quando nel 2002 al largo delle isole Canarie, durante un’esercitazione NATO, ben 27 zifi spiaggiarono e 14 morirono. Dopo il drammatico episodio, il governo spagnolo decise di interdire la zona a queste pericolose attività. E l’Italia?
Fare chiarezza
Chiediamo al ministero dell’Ambiente di fare chiarezza sullo spiaggiamento di Siracusa, e di vietare queste esercitazioni soprattutto nelle aree in cui gli zifi sono più diffusi: lo Ionio e l’alto Tirreno. In particolare, chiediamo l’immediata revoca dell’autorizzazione alle esercitazioni NATO/NURC a Pianosa e in tutto il santuario dei Cetacei che è rimasto un “parco di carta” per troppo tempo.
Esercitazioni militari
Proprio in questi giorni si svolgeranno nel bel mezzo del Santuario dei cetacei, di fronte La Spezia delle esercitazioni militari che prevedono l’utilizzo di un sommergibile e il lancio di un siluro. Ci sono tutte le garanzie che tali manovre non siano pericolose per i cetacei dell’area?