venerdì 28 novembre 2014

La spedizione 42 _ NASA_ come lavora sulla stazione spaziale internazionale






I membri dell
a spedizione 42  dell'equipaggio ripresi in  una pausa del duro lavoro di formazione sviluppato al Johnson Space Center della NASA in questo un ritratto riguarda l'intero equipaggio. Nella foto dietro vi sono gli astronauti della NASA Barry Wilmore (a sinistra), comandante; e Terry Virts, ingegnere di volo. Nella foto in prima fila a sinistra vi sono cosmonauti russi Elena Serova, Alexander Samoukutyaev e Anton Shkaplerov mentre l'agenzia spaziale europea (ESA) è rappresentata dall' astronauta italiana Samantha Cristoforetti, tutti ingegneri di volo. La popolazione della Stazione Spaziale Internazionale è pari a sei componenti dopo tre nuovi membri dell'equipaggio sono arrivati ​​domenica sera. Dopo una cavalcata di sei ore che ha avuto inizio presso il cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan, la Soyuz del comandante Anton Shkaplerov e tecnici di volo Terry Virts e Samantha Cristoforetti  ha agganciata il modulo Rassvet per  iniziare il soggiorno di 5 mesi e 1 / 2 nel laboratorio orbitale.
Lunedi è stato un giorno di riposo per tutti i sei membri dell'equipaggio della spedizione 42.Tuttavia, è stato giornata di  lavoro martedì, come l'equipaggio era sparso intorno alla stazione di trasferire merci dalla nuova Soyuz, per condurre esperimenti scientifici e la manutenzione.Il JEM piccolo satellite orbitale Deployer (J-SSOD) fornisce un diario, cassetta di sicurezza, ed è un piccolo lanciatore di capacità  satellitare per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Il J-SSOD è un lanciatore satellitare unico, gestito dal modulo Experiment giapponese Remote Manipulator System (JEMRMS), che fornisce meccanismi di contenimento e di distribuzione per diversi singoli piccoli satelliti della stazione internazionale spaziale . La piattaforma J-SSOD, tra cui installare il satellite nei casi che attengono i piccoli satelliti, viene trasferito dalla membri dell'equipaggio nel vuoto dello spazio attraverso la camera di compensazione JEM per mezzo di  JEMRMS  recupera, si occupa del posizionamento e della distribuzione.
Cristoforetti, la più nuova 
astronauta europea sulla stazione , è stata nel modulo laboratorio Columbus ricevendo il modulo europeo Fisiologia . Il modulo Fisiologia europeo (EPM) è stato progettato per studiare gli effetti di breve e di lunga durata del volo spaziale sul corpo umano. Esso comprende apparecchiature per  misure neuroscientifiche, cardiovascolari, e gli studi fisiologici. Pronto per il prossimo lavoro di installazione, Virts, ha lavorato all'interno del laboratorio giapponese Kibo , ottenendo un piccolo programma di distribuzione satellitare pronto per l'installazione. Shkaplerov ha trascorso molta parte  del suo tempo a bordo dedicandosi all' orientamento equipaggio e al carico di materiali che debbono essere trasferiti.





Expedition 42 | NASA

Gli ultimi aggiornamenti del rover marziano Opportunity

Opportunity è il rover che continua ad andare e venire sul suolo marziano. Di recente ha rotto un record di guida extraterrestre dopo 10 anni di lavoro sul pianeta Rosso.E anche se il rover opera dovendo fare i conti con problemi di invecchiamento , il rover Opportunity  della NASA è ancora in attività perchè la  memoria dei suoi strumenti informatici viene frequentmente ripristinata anche quanto vaga per il terreno marziano vicino per esempio all' Endeavour Crater,
 anche se l'agenzia spaziale della NASA ha eseguito un reset  soltanto poche settimane fa.I tecnici a terra, però, dicono che il rover è in buona salute ed è stato capace di affrontare i suoi prossimi obiettivi scientifici : cioè raggiungere un piccolo cratere soprannominato Ulisse, e analizzare la visione del passaggio della cometa Sinding Spring da Marte a metà dello scorso ottobre. il team scientifico è ancora in grado di spingere ulteriormente -  ed ha continuato ad avanzare di altre 25,48 migliaOpportunity è arrivato sul bordo occidentale del cratere Endeavour in direzione 'Marathon Valley,' un luogo prescelto per abbondanti minerali argillosi solo 1,6 km a sud. Il rover ha completato l'indagine sul campo cratere eiettante Ulisse e ora si muove di nuovo in direzione sud.  Le tempeste di polvere regionali hanno elevato l'opacità atmosferica con valori tau di sopra del 2 per diversi sol ,cioè i giorni marziani. Al Sol 3821 (23 ottobre 2014), Opportunity ha spinto circa 27 metri attraverso un percorso a ostacoli  in un complesso di rocce come rover ha fotografato parte del campo eiettante. Non senza aver raccolto pericolosi  post- in automatico con la camera (Hazcam) e invece con  una macchina fotografica panoramica (Pancam) gli attinenti panorami, Opportunity ha anche raccolto alcune osservazioni  con Pancam mirate su Sol 3822 (24 ottobre 2014). Durante la sera del Sol 3823 (25 ottobre 2014), la X-ray Spectrometer Alpha Particle (APXS) ha raccolto una misurazione dell' argon atmosferico. Il Sol 3825 (27 ottobre 2014), con il tau (coefficiente di opacità atmosferica) sopra 2, un breve  tragitto di 7 metri è stato completato per posizionare il rover in una posizione in cui l'inclinazione è stata più favorevole per la produzione di energia. Il piano è  quindi andato avanti per più di una guida sud. Il progetto continua a guardare il tempo su Marte come Opportunity perchè il rover continua ad essere in buona salute. Su Sol Sol 3836 (circa 9 novembre) ecco di seguito alcune foto recenti del rover .La macchina NASA è in roaming al bordo ovest di Endeavour Crater nel suo cammino verso un territorio soprannominato "Marathon Valley", che potrebbero contenere minerali argillosi. Le argille sono considerati un segno di presenza acqua in questa  regione naturalmente in un passato antico, che alimenta la continua ricerca della NASA per gli ambienti abitabili su Marte.Tra l'altro, Opportunity è ora solo modesto come valore di una maratona di guida esplorativa su Marte che è allo stato attuale solo di 41,8 km. Nel frattempo, sono state raccolte alcune immagini di Opportunity da condividere. Quali nuovi orizzonti sono stati programmati per questo rover coraggioso cosa potrà trovare nell'immediato futuro ,  quando si avvicina a gennaio,cioè il suo 11 ° anniversario di permanennza su Marte?






mercoledì 26 novembre 2014

Il vero aggancio della Souyz per la missione Futura dell'ESA

Il vero momento dell'aggancio della Soyuz alla Stazione Spaziale Internazionale che trasportava la spedizione 42-43, dopo un primo tentativo andato a vuoto.La navicella Soyuz TMA-15M mentre si avvicina alla Stazione Spaziale Internazionale dopo essere decollata alle 20:59  del 23 novembre  e raggiungendo l'orbita nove minuti dopo.
La nave spaziale si è ancorata come previsto a 02:49 , e il portello per la nuova casa nello spazio degli astronauti della missione 42 è stato aperto alle 05:00 
Per ulteriori informazioni sulla missione Futura di Samantha online, visita http://www.esa.int/Futura. E' inoltre possibile seguire la missione Futura con aggiornamenti in tempo reale da Samantha e gli stessi direttori di missione sul blog missione 'Outpost 42' via http://outpost42.esa.int



Aggancio della spedizione 42- 43 alla stazione spaziale internazionale

L'aggancio alla ISS della spedizione 42-43 che includono l'astronauta dell'ESA, Samantha Cristoforetti ,cosi come lo propongono con due visioni diversificate la telecamera in bianco e nero della Soyuz che ospita anche gli altri compagni di viaggio della Cristoforetti e quelle riprese a colori che provengono dalla stazione spaziale internazionale.




lunedì 24 novembre 2014

Il primo contatto con la ISS di Samantha Cristoforetti

Dopo un viaggio di sei ore,con partenza dal cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan, la spedizione 42-43 Soyuz composta dal comandante Anton Shkaplerov dell'agenzia spaziale federale russa (Roscosmos), Terry Virts ingegnere di volo della NASA e l'ingegnere di volo Samantha Cristoforetti dell'Agenzia spaziale europea (ESA), sono stati accolti a bordo la stazione Spaziale Internazionale (ISS) dove si fermeranno per i prossimi sei mesi, dal comandante Barry Wilmore, della NASA e il resto dell'equipaggio che si trova in questo momento  a bordo della stazione.In basso il video:




lunedì 17 novembre 2014

Philae va in ibernazione



Il Lander di Rosetta ha completato la sua missione scientifica primaria dopo quasi 57 ore sulla cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko.Dopo essere stato fuori di visibilità comunicazione con il lander dalle 09:58 ,venerdì, Rosetta ha riacquistato il contatto con Philae alle 22:19 di ieri sera. Il segnale è stato inizialmente intermittente, ma in modo rapido ed è rimasto molto buono fino 00:36 di questa mattina. In questo periodo di tempo, il lander ha restituito tutti i suoi dati di pulizia, così come i dati scientifici dagli strumenti mirati, tra cui Rolis, COSAC, Tolomeo, SD2 e CONSERT. Questa trafila ha completato le misure previste per l'ultimo blocco di esperimenti sulla superficie.

Prima panoramica comet
"E 'stato un enorme successo, tutta la squadra è felice,- ha dichiarato Stephan Ulamec, direttore lander presso il DLR Agenzia aerospaziale tedesca-, che ha monitorato i progressi di Philae da Space Operations Centre dell'ESA a Darmstadt, in Germania, questa settimana." Nonostante la serie pianificata di tre touchdown, tutti i nostri strumenti potrebbero essere gestiti e ora è il momento di vedere quello che abbiamo.Contro le probabilità - senza la possibilità di puntare la prua verso il basso e con il sistema automatizzato del lancio di arpioni che non ha lavorato - Philae è rimbalzato due volte dopo il suo primo touchdown sulla cometa, arrivando a riposare all'ombra di una rupe mercoledì 12 novembre alle 17:32 GMT (ora di cometa - ci vogliono più di 28 minuti perchè il segnale possa raggiungere la Terra, via Rosetta).

Strumenti di Philae
Inoltre, il corpo del modulo di atterraggio fu sollevato di circa 4 cm, ruotato di circa 35 °, nel tentativo di ricevere più energia solare. Ma, come gli ultimi dati scientifici alimentati sulla Terra, il potere di Philae si è rapidamente esaurito.La ricerca per il sito di atterraggio finale di Philae continua, con immagini ad alta risoluzione della sonda orbitale e la cometa continua ad essere attentamente esaminata. Nel frattempo, il lander ha restituito immagini inedite dei suoi dintorni.Mentre le immagini della discesa mostrano che la superficie della cometa è coperto da polvere e detriti che vanno dal millimetro a dimensioni di metri, le immagini panoramiche mostrano pareti strati di materiale di aspetto più duro . Le squadre scientifiche stanno ora studiando i loro dati per vedere se hanno preso a modello di tutto questo materiale con il trapano di Philae. "Noi speriamo ancora , -ha aggiunto Stephan- che in una fase successiva della missione, forse quando siamo più vicini al Sole, che potremmo avere abbastanza illuminazione solare per riattivare il lander e ristabilire la comunicazione". D'ora in poi, nessun contatto sarà possibile a meno che  una sufficiente luce solare ricada sui pannelli solari per generare energia sufficiente a svegliarlo. La possibilità che questo possa accadere nel corso della missione si è amplificato quando i responsabili della missione inviati i comandi per ruotare il corpo principale del lander con i suoi pannelli solari fissi. Questi movimenti  avrebbero dovuto esporre più superficie dei pannelli alla luce solare.

Traiettoria di Rosetta dopo 12 novembre
Si tornerà ad una orbita  di 20 km  il 6 dicembre e continuerà la sua missione per studiare il corpo in modo molto dettagliato, appena la cometa diventa più attiva, in rotta verso il suo incontro più vicino con il Sole il 13 agosto del prossimo anno.  
Nei prossimi mesi, Rosetta inizierà a volare in orbite più distanti "non legate", durante l'esecuzione ad una serie di passaggi ravvicinati audaci, passando vicino alla cometa, alcuni all'interno a soli 8 km del suo centro.
 Il prossimo slot di comunicazione possibile, inizia il 15 novembre a circa alle 10:00 .L'orbiter ascolterà un segnale, e continuerà a farlo ogni volta che la sua orbita lo porta in visibilità in linea di Philae,  allorchè verrà colpita dai raggi solari. Tuttavia, data la corrente di ricarica bassa proveniente dai pannelli solari in questo periodo, è improbabile che il contatto sarà ristabilito con il lander, in un prossimo futuro.Nel frattempo, l'orbiter Rosetta si è mossa di nuovo in un orbita  di 30 km attorno alla cometa. I dati raccolti dalla sonda orbitante permetteranno agli scienziati di guardare i cambiamenti  a breve e a lungo termine, che avvengono sulla cometa, contribuendo a rispondere ad alcune delle domande più grandi e più importanti per quanto riguarda la storia del nostro Sistema Solare. Come si sono formate e come si evolvono? Come funzionano le comete? Che ruolo hanno avuto le comete  e che svolgono nell'evoluzione dei pianeti, di acqua sulla Terra, e forse anche della vita sul nostro pianeta natale."I dati raccolti da Philae e Rosetta , -dice Matt Taylor, scienziato del progetto Rosetta dell'ESA- si apprestano a fare di questa missione un sorta di game-changer nel campo della scienza delle comete".Fred Jansen, responsabile della missione Rosetta dell'ESA, dice: "Alla fine di questa straordinaria settimana sulle montagne russe, ci guardiamo indietro su un  primo successo in assoluto : atterraggio morbido su una cometa. Questo è stato un momento davvero storico per l'ESA e i suoi partner. Ora non vediamo l'ora di molti più mesi di cambiamenti per il prosieguo dell' entusiasmante missione scientifica di Rosetta  e, eventualmente, un ritorno di Philae dalla modalità di sospensione a un certo punto nel tempo. "

venerdì 14 novembre 2014

Tutti i retroscena dell'esplosione dello Space ShipTwo

Sir Richard Branson,
Richard Branson
l'imprenditore miliardario che è dietro il piano commerciale spaziale
Virgin Galactic, ha promesso di continuare con la sua avveniristica impresa di turismo spaziale dopo che la  sua nave razzo si è schiantata a seguito di un'esplosione durante un volo di prova, uccidendo uno dei piloti, ferendo gravemente un altro e lasciando detriti sparsi su una vasta area. Il commento è stato formulato mentre era in viaggio verso la società che ha la base nel 
Richard Branson e dove è in corso un'indagine per analizzare il modo in cui il volo di prova della Space ShipTwo è finito in un disastro.Il commento è stato formulato mentre era in viaggio verso la società che ha la base nel deserto del Mojave e dove è in corso un'indagine per analizzare il modo in cui il volo di prova della Space ShipTwo è finito in un disastro.
 Branson ha aggiunto in questi frangenti che: “ Il viaggio nello spazioporto del deserto del Mojave è stato uno dei viaggi più difficili che abbia mai dovuto fare. Abbiamo sempre saputoprosegue il miliardario inglese- che la strada verso lo spazio è estremamente difficile - e che ogni nuovo sistema di trasporto deve fare i conti con momenti cattivi all'inizio della sua storia. Lo spazio è difficile - ma ne vale la pena. Noi perseveriamo -ha scritto sul suo sito web-e andiamo avanti  tutti insieme. Tutti a Virgin Galactic, la società Spaceship e Scaled Composites sono profondamente addolorati per gli eventi luttuosi. Tutti i nostri pensieri vanno alle famiglie di quelli colpiti da questo tragico evento, e stiamo facendo tutto il possibile per sostenerli ".  L'incidente ha suscitato interrogativi sul futuro dell'impresa: cioè se potrà trasportare in modo sicuro i passeggeri a bordo,partendo dalla atmosfera terrestre e restituirli nuovamente a terra. Tim O'Brien  (Jodrell Bank Observatory) ha detto che ora ci sarebbe un "grande ritardo" al primo volo passeggeri di Galactic. "Adesso diventa difficile e pericoloso. Qualcosa è andato storto. E’ stato il primo volo ,- ha detto - , credo con un nuovo combustibile . Tuttavia, la battuta d'arresto non diminuirà, -ha concluso O'Brien - il desiderio degli umani di sfuggire alla forza di gravità. E 'difficile immaginare un futuro in cui gli esseri  umani non siano in viaggio nello spazio ... In qualche modo dobbiamo arrivare da qui a lì; si richiede un sacco di lavoro ed è ancora estremamente pericoloso ". "E 'una vera e propria battuta d'arresto -ha detto John Logsdon, (George Washington University) esperto di politica spaziale -,per l'idea che molte persone hanno preso e che intendono presto attuare scorribande nelle frange dello spazio esterno in qualunque momento. C'erano un sacco di persone che credevano che la tecnologia per portare la gente fosse già al sicuro e a portata di mano ".                                                                                                                                  " Il razzo utilizzato da Galattico era "molto grezzo. Gli ingegneri che lavorano al progetto avevano detto che era "molto pericoloso. Quello che è successo, -ha detto Tom Bower,biografo di Branson - è molto triste per il pilota, ovviamente, ma era prevedibile e inevitabile. E'stato sempre pericoloso e purtroppo è andato a finire in tragedia."                      Gli investigatori del National Transportation Safety Board degli Stati Uniti stanno raccogliendo i rottami di SpaceShipTwo
. Il pilota superstite è stato trasportato in ospedale dopo essersi paracadutato a terra. L'aereo-razzo è incappato in quello che i funzionari chiamano "anomalia grave" solo dopo la separazione da WhiteKnightTwo, l’aereo ad  elica con motore progettato per trasportarlo a 45.000 piedi di altezza. Testimoni hanno riferito che l'astronave ha deflagrato a parte nel cielo. "Sosterremo l'indagine , -ha dichiarato George Whitesides, amministratore delegato e presidente di Virgin Galactic - per capire cosa è successo e ci accingiamo a ottenere  spiegazioni attraverso queste analisi." Circa 800 persone, tra cui celebrità come Angelina Jolie e Tom Hanks hanno acquistato i biglietti per un volo Virgin Galactic. John Goodwin, uomo d'affari britannico in pensione, ha detto che è rimasto fiducioso e che andrà comunque nello spazio. "Questo è un nuovo territorio; inevitabilmente ci saranno incidenti. Ci sono 300 cervelli del deserto del Mojave , -ha detto Goodwin - che studiano per risolvere il problema . Quello che è successo è stato enorme - mi sono fermato a rifletterci. Ho incontrato un certo numero di piloti collaudatori e le mie condoglianze sono andate ai parenti dei piloti coinvolti . Quando si conosce la gente, queste cose ti colpiscono di più."      Alan Stern, ex scienziato della NASA, ha acquistato posti per volare su  Virgin Galactic a $ 250.000 (£ 156.000) a testa, ma non ha ripensato a questi suoi piani. "Cerchiamo di non essere dei piccoli polli. Voglio essere parte ,-ha  poi rimarcato- nell’apertura di questo futuro di frontiera ". Entrambi i membri dell'equipaggio erano piloti collaudatori per Scaled Composites, la divisione Northrop Grumman che ha progettato e costruito il veicolo spaziale per Virgin e che aveva perso altri tre dipendenti in un incidente di test a terra nel luglio 2007. La Virgin Galactic ha comunicato che SpaceShipTwo è stato alimentato da un mix di combustibili mai precedentemente utilizzati in volo, anche se erano stati ampiamente testati.

giovedì 13 novembre 2014

Gli effetti su Marte del passaggio della cometa

La cometa C / 2013 A1 Siding Spring che ha viaggiato dalla regione più lontana del nostro sistema solare, chiamata Nube di Oort, ha fatto un incontro ravvicinato intorno alle 14,27 entro circa 139,5 mila chilometri del pianeta Rosso. Una distanza inferiore alla metà della distanza tra la Terra e la nostra luna e meno di un decimo della distanza di qualsiasi nota cometa che sorvola lontana della Terra.
La polvere della cometa proveniente dalla Nube di Oort ha impattato su Marte ed è stata vaporizzata in alto nell'atmosfera, producendo quello che è stato probabilmente un impressionante pioggia di meteoriti. Questi detriti hanno comportato significative modifiche temporanee dell’ atmosfera superiore del pianeta e le possibili perturbazioni a lungo termine. Le basi a Terra e una serie di telescopi spaziali
hanno potuto osservare anche l'oggetto celeste unico nel suo genere.
"Questo evento storico ci ha permesso di osservare -ha dichiarato Jim Green, direttore del Planetary Science Division della NASA- i dettagli di questo rapido movimento di una cometa,proveniente dalla Nube di Oort in un modo mai prima possibile, con le nostre missioni esistenti su MarteOsservando gli effetti su Marte della polvere prodotta dalla cometa nell'atmosfera superiore è stato giusto decidere di mettere la nostra nave spaziale al di là di Marte,proprio quando si era al culmine del passaggio coda di polveri e quindi portarla fuori pericolo."
La sonda Maven, da poco arrivata su Marte
, ha rilevato l'incontro cometa in due modi. Il telerilevamento Ultraviolet Imaging Spectrograph ha osservato un  emissione ultravioletta intensa di ioni di magnesio e di ferro in alto nell'atmosfera in seguito alla pioggia di meteoriti. Nemmeno le tempeste di meteore più intense sulla Terra hanno prodotto una risposta forte come questa. L'emissione ha dominato lo spettro ultravioletto di Marte 'per diverse ore dopo l'incontro e poi  si è dissipata nei successivi due giorni.
MAVEN è stato anche in grado di campionare direttamente e determinare la composizione di alcune delle polveri della cometa nell'atmosfera di Marte . L'analisi di questi campioni di gas neutro della navicella mediante lo Ion Mass Spectrometer  ,ha rilevato otto diversi tipi di ioni metallici, tra cui sodio, magnesio e ferro. Queste sono le prime misurazioni dirette della composizione di polvere di una cometa che proviene dalla Nube di OortLa Nube di Oort, ben al di là delle regioni spaziali dei pianeti più esterni che circondano il nostro Sole, è una regione sferica di oggetti ghiacciati ritenuti materiali rilasciati dalla formazione del sistema solare.
Questi spettrogrammi dallo strumento MARSIS sulla sonda orbitante Mars Express dell'Agenzia Spaziale Europea mostrano l'intensità di eco radar in Mars 'ionosfera lontano nord a tre volte il 19 ottobre e il 20, 2014. La trama centrale rivela effetti attribuiti alla polvere di una cometa che passò vicino a Marte quel giorno
Altrove sopra Marte, uno strumento italiano della Mars Express ha osservato un enorme aumento della densità di elettroni seguenti ravvicinato della cometa. Questo strumento, il radar di Marte avanzato per sottosuolo e ionosferico Sounding (MARSIS),
ha registrato un salto enorme nella densità di elettroni nella ionosfera poche ore dopo l'appuntamento con cometa. Il picco si è verificato ad una quota sostanzialmente inferiore al normale picco di densità nella ionosfera marziana.L'aumento di ionizzazione, come gli effetti osservati da Maven, sembra essere il risultato di particelle fini della cometa che hanno bruciato nell'atmosfera.
Shallow Subsurface Radar di MRO (SHARAD)  ha anche rilevato la ionosfera maggiore.Immagini dallo strumento erano sporche dal passaggio dei segnali radar attraverso lo strato di ioni temporanei, creati dalla polvere della cometa.  Gli scienziati dello SHARAD  hanno usato queste sbavature per determinare che la densità elettronica della ionosfera sul lato notturno del pianeta, in cui sono state effettuate le osservazioni, è stato cinque a 10 volte più alto del solito.
Gli studi della cometa stessa, realizzato con alta Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE) fotocamera di MRO, hanno rivelato il nucleo è più piccolo del previsto ,solo 2 chilometri. Le immagini HiRISE indicano anche un periodo di rotazione per il nucleo di otto ore, che è coerente con le recenti osservazioni preliminari dal Telescopio Spaziale Hubble della NASA.
Compact Reconnaissance di MRO e Imaging Spectrometer for Mars (CRISM) hanno anche osservato la cometa per vedere se vi siano segni di eventuali componenti chimici particolari che spiccavano nel suo spettro. I membri del team ha detto che lo spettro sembra mostrare una cometa polverosa senza forti righe di emissione di sensibilità,tracciate dalla loro strumentazione.
Oltre a questi effetti immediati, MAVEN e le altre missioni continueranno a cercare perturbazioni a lungo termine per l'atmosfera di Marte .


Una miniera il mare siculo: relitto di una nave greca a Gela e tre ancore litiche a Licata






Ritrovato a Gela il relitto di un’altra nave greca. Si presume che il relitto rinvenuto al largo della costa di Gela, in contrada “Bulala”, potrebbe essere il più antico dei relitti mai ritrovati non solo nel mare di Gela ma addirittura in tutta la Sicilia. Risale agli inizi del sesto VI a. C. e fra i materiali che i fondali hanno restituito, c’è anche un’anfora  molto antica come datazione. In particolare come elencano i tecnici della Soprintendenza del Mare sono stati recuperati un’anforetta, una brocca, una kylix a vernice nera d’importazione dall’Attica ed un vaso detto cothon d’importazione corinzia. I reperti giacevano a circa 4 metri di profondità nei pressi di alcuni elementi lignei emergenti dalla sabbia ,quindi di un relitto che si trova ancora ad una distanza di circa 300 metri dal litorale. Il riavere la disponibilità di questi preziosi reperti si deve alla segnalazione del subacqueo gelese Franco Cassarino. “Questi reperti – ha detto Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare,-  dimostrano come l’area di contrada Bulala  a Gela sia evidentemente piuttosto ricca di rinvenimenti archeologici. Da questi preziosi tasselli di storia – ha proseguito - emerge una Gela ricca, dalla quale transitava parecchia mercanzia dell'epoca particolarmente pregiata. Probabilmente “Bulala” era lo scalo dell’antica Gela”. Le parti lignee dell’imbarcazione da cui provengono questi reperti giacciono ancora nei fondali e si prevede che potranno essere recuperati solo con l'assistenza logistica di specifiche fondazioni delle università americane con le quali, da tempo, sviluppa una collaudata sinergia la Soprintendenza del Mare.                                      Un nuovo rinvenimento intanto effettuato sempre dalla Soprintendenza del Mare nelle acque di Licata, avvenuto con la collaborazione del “GAI – Finziade” di Licata. Sono state rinvenute e recuperate tre ancore litiche a tre fori
(di cui una parzialmente frammentata) della tipologia assai diffusa a partire dall'età del bronzo. Quest’ultima scoperta ci impone, pertanto, un’analisi di approfondimento del contesto dell'area di costa prospiciente il sito sommerso - peraltro già oggetto di altri importanti rinvenimenti - al fine di meglio chiarire la causa della presenza in questo tratto di mare di numerose ancore rientranti inuno spettro cronologico molto ampio. Alle operazioni hanno preso parte anche la Guardia di Finanza, la Lega Navale e le sezioni del GAI di Sciacca e Siracusa. Il recupero è stato possibile grazie al contributo economico di uno sponsor locale che ha interamente finanziato la campagna di ricerche 2014 conclusasi in questo ultimo weekend.

La prima foto del lander Philae sulla cometa P67





Rosetta  ha depositato  il lander Philae sulla superficie del nucleo cometario della P67. La discesa, durerà quasi sette ore, ed è stata pianificata nei minimi dettagli dal team scientifico e dal controllo missione dell'European Space Operation Centre dell'ESA a Darmstadt. L'intera operazione è una delle più complesse mai tentate nella storia dell'esplorazione spaziale: Rosetta si trova infatti a oltre 500 milioni di chilometri dalla Terra. I comandi inviati dalla Terra per questa operazione, impiegano quasi mezz'ora per raggiungere la sonda spaziale che e' stata a lungo in quiescenza. Era impossibile guidare "in diretta" la discesa, e quindi il lander Philae se l’è cavata da solo per caduta libera fino al sito J  scelto per l' atterraggio. E' la prima volta per un congegno dell' uomo ad operare lo sbarco sul nucleo di questa cometa a lungo inseguito. Anche se non e' possibile scartare del tutto eventuali rischi, avvisano gli scienziati, Philae  ha concluso questo "accometaggio" con successo ed ha iniziato a raccogliere dati fondamentali, con tutta la sua ricca strumentazione,per studiare le comete, considerate testimoni della formazione del Sistema Solare. Sopratutto per questa cometa che viene dalla regione spaziale della Nube di Oort.La missione Rosetta  ha fatto atterrare una sonda sulla cometa 67P è giunta oltre il punto di non ritorno, come ha già annunciato l'Agenzia spaziale europea (ESA)."Non si torna indietro", ha detto l'agenzia- dopo che il lander della sonda è stato rilasciato per il suo viaggio verso la superficie. Il lander Philae  si è separato dalla nave madre Rosetta intorno alle 3:30 am. Philae, ha trascorso 10 anni fissato al lato Rosetta durante il viaggio attraverso il sistema solare e, senza essere guidato ha toccato la cometa. 
Come terre Rosetta sulla cometa
Prima dell'annuncio, Laurence O'Rourke, engineer lander dell’ ESA system, ha detto che l'orbiter Rosetta doveva essere nella giusta posizione per consentire  la "caduta libera" sulla traiettoria giusta per il sito di atterraggio prescelto. Gli scienziati sperano che la sonda aiuterà a conoscere molto di più sulla composizione delle comete e su come reagiscono quando si avvicinano al Sole. Con un peso di 220 libbre, con le dimensioni di una lavatrice domestica, Philae è molto più intelligente. E’ dotato di una serie di strumenti per fotografare e provare la superficie della cometa 67P e scoprire cosa accade quando l'effetto torrefazione provocato dal Sole, ne fa  allontanare sia gas che polveri. Prima dovrà raggiungere il sito di atterraggio. O'Rourke ha spiegato che parecchie ore prima della separazione, le batterie di Philae a bordo sono state preparate e un volano è stato avviato per dare la stabilità della sonda nel suo viaggio verso la superficie della cometa. Senza l'effetto giroscopico della ruota c'era il pericolo che il lander potesse sfracellarsi. La cometa è così lontana che un segnale di conferma trasmesso da Rosetta, che rimane in orbita attorno alla cometa, ha bisogno di quasi mezz'ora per raggiungere la Terra. La gravità della cometa è così debole che gli ingegneri hanno escogitato soluzioni ingegnose per tenere Philae sul posto. Al touchdown due arpioni sono usciti fuori dalle sue gambe e le viti su ciascuna dell’apposito  treppiedi lo hanno aiutato a collegarlo alla cometa. Originariamente, un propulsore sopra la sonda doveva contribuire a spingere in superficie, ma questo sistema non ha funzionato. Costruito da un consorzio europeo, guidato dall' Aerospace Research Institute tedesco (DLR), la sonda di atterraggio ha nove esperimenti da avviare. Ha inviato la prima foto del sito di atterraggio, ripresa dal Philae durante i momenti finali della discesa, seguita da una panoramica utilizzando sette telecamere,poste sul bordo superiore del modulo di atterraggio. Secondo i dettagli sul sito Rosetta dell'ESA,  i sensori sul lander misureranno la densità e le proprietà termiche della superficie, analizzatori di gas aiuteranno a rilevare e identificare sostanze chimiche organiche complesse che potrebbero essere presenti, mentre altri test misureranno il campo magnetico e l'interazione tra la cometa e il vento solare - cioè particelle ad alta energia emessi dal Sole. Philae dispone anche di un trapano che può arrivare sino a 20 cm verso la superficie interna della cometa e fornire materiale per i suoi forni di bordo. L'atterraggio è stato pieno di pericoli. Philae ma, gli scienziati della missione sono già soddisfatti . "L'orbiter rimarrà al fianco della cometa per oltre un anno, a guardare crescere l'attività mentre si avvicina al Sole, sempre entro 180 milioni km  nell’estate del prossimo anno, quando la cometa starà espellendo, ogni secondo, centinaia di chilogrammi di materiale.” L'avventura di un viaggio necessario per catturare la sua preda decennale, volando oltre la Terra, Marte e due asteroidi  che sono stati sulla sua strada oggi presenta un profilo impressionante  ". "Si tratta di fantascienza resa reale -ha aggiunto lo scrittore di fantascienza Alastair Reynolds - in termini di raggiungimento della missione stessa, ma Rosetta è tenuto ad avvicinarci alla risposta per la questione più grandiosa: Siamo soli?"

mercoledì 12 novembre 2014

Lo scoppio in aria sul deserto del Mojave di Space ShipTwo

Sir Richard Branson, l'imprenditore miliardario che è dietro il piano commerciale spaziale Virgin Galactic, ha promesso di continuare con la sua avveniristica impresa di turismo spaziale dopo che la  sua nave razzo si è schiantata a seguito di un'esplosione durante un volo di prova, uccidendo uno dei piloti, ferendo gravemente un altro e lasciando detriti sparsi su una vasta area. Il commento è stato formulato mentre era in viaggio verso la società che ha la base nel deserto del Mojave e dove un'indagine è in corso per analizzare il modo in cui il volo di prova della Space ShipTwo è finito in un disastro. L'incidente ha suscitato interrogativi sul futuro dell'impresa: cioè se potrà trasportare in modo sicuro i passeggeri a bordo,partendo dalla atmosfera terrestre e restituirli nuovamente a terra. Tim O'Brien (Jodrell Bank Observatory) ha detto che ora ci sarebbe un "grande ritardo" al primo volo passeggeri di Galactic. "Questo è difficile ed è pericoloso. Qualcosa è andato storto. E’ stato il primo volo ,- ha detto alla BBC- , credo con un nuovo combustibile . Tuttavia, la battuta d'arresto non diminuirà, -ha concluso O'Brien- il desiderio degli umani di sfuggire alla forza di gravità. E 'difficile immaginare un futuro in cui gli esseri  umani non siano in viaggio nello spazio ... In qualche modo dobbiamo arrivare da qui a lì; si richiede un sacco di lavoro ed è ancora estremamente pericoloso ".                                                                                       "E 'una vera e propria battuta d'arresto -ha detto John Logsdon, (George Washington University) esperto di politica spaziale -,per l'idea che molte persone stanno per essere prese e che intendono presto attuare scorribande nelle frange dello spazio esterno in qualunque momento. C'erano un sacco di persone che credevano che la tecnologia per portare la gente fosse al sicuro e a portata di mano ".                                                                 " Il razzo utilizzato da Galattica era "molto grezzo. Gli ingegneri che lavorano al progetto gli avevano detto che era "molto pericoloso. Quello che è successo, -ha detto Tom Bower,biografo di Branson- è molto triste per il pilota, ovviamente, ma era prevedibile e inevitabile. E'stato sempre pericoloso e purtroppo è andato a finire in tragedia." Branson ha aggiunto in questi frangenti che: “ Il viaggio nello spazioporto del deserto del Mojave è stato "uno dei viaggi più difficili che abbia mai dovuto fare. Abbiamo sempre saputo –prosegue il miliardario inglese- che la strada verso lo spazio è estremamente difficile - e che ogni nuovo sistema di trasporto deve fare i conti con giorni cattivi all'inizio della sua storia. Lo spazio è difficile - ma ne vale la pena. Noi perseveriamo -ha scritto sul suo sito web-e andiamo avanti  tutti insieme . Tutti a Virgin Galactic, la società Spaceship e Scaled Composites sono profondamente addolorati per gli eventi luttuosi. Tutti i nostri pensieri vanno alle famiglie di quelli colpiti da questo tragico evento, e stiamo facendo tutto il possibile per sostenerli ".                                                                                                             Gli investigatori del National Transportation Safety Board degli Stati Uniti stanno raccogliendo i rottami di SpaceShipTwo
. Il pilota superstite è stato trasportato in elicottero in ospedale dopo essersi paracadutato a terra. L'aereo razzo è incappato in quello che i funzionari chiamano "anomalia grave" solo dopo la separazione da WhiteKnightTwo, l’aereo ad  elica con motore progettato per trasportarlo a 45.000 piedi di altezza. Testimoni hanno riferito che l'astronave ha deflagrato a parte nel cielo. "Stiamo per essere di sostegno l'indagine , -ha dichiarato George Whitesides, amministratore delegato e presidente di Virgin Galactic- anche noi  per capire cosa è successo e ci accingiamo a ottenere  spiegazioni attraverso queste analisi." Circa 800 persone, tra cui celebrità come Angelina Jolie e Tom Hanks hanno acquistato i biglietti per un volo Virgin Galactic. John Goodwin, uomo d'affari britannico in pensione, ha detto che è rimasto fiducioso e che andrà comunque nello spazio. "Questo è un nuovo territorio; inevitabilmente ci stanno per essere incidenti. Ci sono 300 cervelli del deserto del Mojave , -ha detto Goodwin- che studiano per risolvere il problema . Quello che è successo è stato come uno enorme - mi sono fermato a rifletterci. Ho incontrato un certo numero di piloti collaudatori e le mie condoglianze sono andate ai parenti dei piloti coinvolti . Quando si conosce la gente, queste cose ti colpiscono di più."                                                                     Alan Stern, ex scienziato della NASA, ha acquistato posti per volare su  Virgin Galactic a $ 250.000 (£ 156.000) a testa, ma non ha ripensato a questi suoi piani. "Cerchiamo di non essere di piccoli polli. Voglio essere parte ,-ha  poi rimarcato- nella apertura di questo futuro di frontiera ". Entrambi i membri dell'equipaggio erano piloti collaudatori per Scaled Composites, la divisione Northrop Grumman che ha progettato e costruito il veicolo spaziale per Virgin che ha perso altri tre dipendenti in un incidente di test a terra nel luglio 2007. La Virgin Galactic ha comunicato che SpaceShipTwo è stato alimentato da un mix di combustibili mai precedentemente utilizzati in volo, anche se erano stati ampiamente testati.

Il suono della cometa P67

▶ A Singing Comet by esaoperations https://m.soundcloud.com/esaops/a-singing-comet (Condiviso da CM Browser)

lunedì 10 novembre 2014

Rosetta deposita l'11 novembre 2014 il lander sulla cometa P67

Rosetta depositera' domani il lander Philae sulla superficie del nucleo cometario della P67. La discesa, durerà quasi sette ore, ed è stata pianificata nei minimi dettagli dal team scientifico e dal controllo missione dell'European Space Operation Centre dell'ESA a Darmstadt. L'intera operazione è una delle più complesse mai tentate nella storia dell'esplorazione spaziale: Rosetta si trova infatti a oltre 500 milioni di chilometri dala Terra. I comandi inviati dalla Terra per questa operazione, impiegano quasi mezz'ora per raggiungere la sonda spaziale che e' stata a lungo in quiescenza. Sarà impossibile guidare "in diretta" la discesa, e quindi il lander Philae dovrà cavarsela da solo fino al sito J  scelto per l' atterraggio. E' la prima volta per un congegno dell' uomo ad operare lo sbarco sul nucleo di questa cometa a lungo inseguito. Anche se non e' possibile scartare del tutto eventuali rischi, avvisano gli scienziati, Philae concluderà questo "accometaggio" con un prevedibile successo e inizierà a raccogliere dati fondamentali, con tutta la sua ricca strumentazione,per studiare le comete, considerate testimoni della formazione del Sistema Solare.Sopratutto per questa cometa che viene dalla regione spaziale della Nube di Or.

La biomassa intestinale influenza lo stato di salute e determina malattie



Una nuova ricerca operata  dal  King College di Londra e dalla Cornell University, rivela  influenze del corredo genetico se le persone sono grasse o magre di sagomatura e, quali tipi di microbi prosperano nel nostro corpo, aprendo la strada a terapie di probiotici personalizzate, cioè ottimizzate per ridurre il rischio di malattie correlate all'obesità sulla base del make-up genetico di un individuo.Studiando coppie di gemelli presso il dipartimento di Twin Research, i ricercatori hanno identificato una specie poco conosciuta della famiglia batterica, altamente ereditabile e più comune nelle persone con basso peso corporeo. Questo microbo inoltre protegge contro l'aumento di peso quando viene trapiantato in topi.
I risultati, pubblicati sulla rivista Cell, potrebbero aprire la strada a terapie personalizzate probiotiche ottimizzate per ridurre il rischio di malattie correlate all'obesità a base di make-up genetico di un individuo.
Ricerche precedenti hanno collegato sia la variazione genetica e la composizione dei microbi intestinali di malattia metabolica e l'obesità. Nonostante questi effetti condivisi, si presumeva che il rapporto tra variazione genetica umana e la diversità dei microbi intestinali  fosse trascurabile.
Nello studio, finanziato dal National Institutes of Health (NIH), i ricercatori hanno sequenziato i geni dei microbi si trovano in più di 1.000 campioni di feci da 416 coppie di gemelli. Le abbondanze di specifici tipi di microbi sono stati trovate per essere più simili nei gemelli identici, che condividono il 100 per cento dei loro geni, che nei gemelli non identici, che condividono, in media, solo la metà dei geni che variano tra le persone. Questi risultati dimostrano che i geni influenzano la composizione dei microbi intestinali.
Il tipo di batteri la cui abbondanza è stato più fortemente influenzato dalla genetica dei padroni di casa era una famiglia di recente identificata, chiamata 'Christensenellaceae'. I membri di questa famiglia di batteri che promuovono la salute sono stati più abbondanti nei soggetti con peso corporeo basso che negli individui obesi. Inoltre, i topi che sono stati trattati con questo microbo hanno guadagnato meno peso rispetto ai topi non trattati, il che suggerisce che aumentando le quantità di questo microbo può aiutare a prevenire o ridurre l'obesità.
"I nostri risultati mostrano che i gruppi specifici di microbi -
ha dichiaratoTim Spector, direttore del dipartimento di Twin ricerca e Epidemiologia genetica al King College di Londra,- che vivono nel nostro intestino potrebbero essere protettivi contro l'obesità - e che la loro abbondanza è influenzata dai nostri geni". Il microbioma umano
rappresenta un nuovo obiettivo interessante per i cambiamenti nella dieta e dei trattamenti volti a combattere l'obesità.
" I Twins sono stati incredibilmente preziosi per scoprire questi collegamenti - ma ora vogliamo promuovere l'uso di test microbioma
più ampiamente nel Regno Unito attraverso il progetto britannico "intestino". Si tratta di un esperimento di crowd-sourcing che permette a chiunque con un interesse nella dieta e la salute di avere i loro microbi personali testati geneticamente, utilizzando un kit postale semplice e una piccola donazione tramite il nostro sito web (www.britishgut.org). Vogliamo che migliaia possano unirsi in modo che possiamo continuare a fare grandi scoperte sui legami tra il nostro intestino e la nostra salute '.
 "Fino ad ora, variazione delle abbondanze di microbi intestinali -ha detto Ruth Ley, professore associato alla Cornell University negli Stati Uniti,- è stata spiegata con la dieta, l'ambiente, stile di vita, e la salute. Questo è il primo studio che stabilisce con fermezza che alcuni tipi di microbi intestinali sono ereditari - e la loro variazione tra una popolazione è in parte dovuta ad ospitare la variazione del genotipo, non solo le influenze ambientali. Questi risultati potranno anche aiutarci a trovare nuovi predittori di malattie e la prevenzione di aiuto ".
Lo studio è stato sostenuto dal National Institute for Health Research (NIHR) Bioresource Clinical Research Facility e Biomedical Research Center con sede a Guy e St Thomas, 'NHS Foundation Trust e King College di Londra.

L'astronauta Reid Wiseman in uno Space Vines dalla NASA

12 Amazing Space Vines dalla NASA Astronaut Reid Wiseman | Popular Science CLICCA QUI_ https://vine.co/v/OAZLrlBjP3V

L'astronauta Reid Wiseman
si prepara a tornare sulla Terra , dopo 165 giorni in orbita, nella stazione spaziale, ha detto che il volo spaziale commerciale rappresenta il "prossimo passo avanti" nella tecnologia aerospaziale, e che spera Virgin Galactic possa in ultima analisi, trasformare questo sogno in realtà, nonostante l'incidente mortale di aereo Space-Ship-Two della società. In un'intervista, Wiseman ha riflettuto sul contrattempo della SpaceShipTwo e la perdita di una stazione di nave cargo spaziale tre giorni prima :"E’ difficile vedere qualcosa di simile. Ho amici sia di quelle aziende -ha detto- che stanno lavorando su questo, e  quindi tutto mi tocca molto da vicino. Un paio di loro sono piloti collaudatori con cui ho lavorato in passato e ho imparato a conoscere abbastanza bene. Per noi personalmente, è sempre difficile vedere questo genere di cose. La gran parte di questa industria è, sarà meglio alla fine per entrambi questi errori, o contrattempi, e se la caverà. Staremo a capire cosa è successo, e se è il momento giusto voleremo ancora una volta, entrambi i veicoli, e se stabiliamo che non possono, cercheremo altre opzioni lungo la strada. Si tratta di una battuta d'arresto che accade in questo settore, e non ci sarà solo ripresa, ci sarà la guarigione, e poi  il successo lungo la strada ".  Per Wiseman  i viaggi nello spazio non saranno mai completamente sicuri , soprattutto al momento del lancio e dell’ atterraggio. “Ogni volta che si è macchina  e  si guida lungo la strada c'è sempre un eventualità negativa: o entrare in un aereo o anche solo un temporale passa, o cade sopra un albero .Questo è parte della vita. C'è sempre il rischio in tutto ciò che facciamo. A volte il rischio sicuramente vale  la pena per la ricompensa. E qui, la ricompensa, almeno per me, è enorme. Quindi ne vale la pena. "Virgin Galactic aveva sperato di iniziare a voli commerciali con SpaceShipTwo nella prossima primavera. Progettato per trasportare un equipaggio di due piloti e un massimo di sei passeggeri alla volta, la navetta spaziale è scesa da un aereo del vettore e quindi utilizza un motore a razzo ibrido per risalire dalla bassa atmosfera  che è densa, essendo per pochi minuti di assenza di peso, prima di scivolare di nuovo sulla Terra. Centinaia di aspiranti astronauti hanno aderito a volare, pagando fino a 250.000 dollari un biglietto. Durante un volo di prova, SpaceShipTwo è stato distrutto, pochi secondi dopo che il suo motore a razzo veniva acceso in alto sopra il deserto del Mojave. Il pilota Peter Siebold è riuscito a uscire dal velivolo in disintegrazione con una discesa paracadutata sulla Terra. Il co-pilota Michael Alsbury è stato ucciso. Il National Transportation Safety Board afferma che l’analisi preliminare dei video della cabina di guida e la telemetria indicano come il motore del razzo abbia funzionato normalmente. Il co-pilota ha sbloccato la frenata aerodinamica dell'aereo spazio, o " effetto piuma", cioè il sistema prima del solito: “Non era mai stato attivato dai piloti, in qualche modo distribuito a caso, forse innescando la rottura “. Il sistema aero-frenante insolito è stato il frutto del leggendario progettista Burt Rutan il cui SpaceShipOne, più piccolo, è diventato il primo veicolo spaziale finanziato con fondi privati ​​per trasportare i membri dell'equipaggio, ad un altezza superiore a 100 chilometri,  - il livello generale concordato confini dello spazio - nel 2004. La società di Rutan, Scaled Composites, ha anche costruito SpaceShipTwo, anche se ora è parte della Northrup Grumman. L'inchiesta NTSB è lungi dall'essere completa. Wiseman si è detto fiducioso al  "100 per cento", che il settore privato ha la tecnologia per rendere possibile il volo spaziale commerciale."Devi avere il coraggio di fare cose folli, -ha detto- e questo è ciò che i miei amici fuori a Scaled Composites hanno fatto un certo numero di anni fa. Ero li per la prima volta  quando hanno volato un equipaggio totalmente civile a quell’altezza. E la gioia nel guardare quell'evento era incredibile. Sono orgoglioso di questi ragazzi, e tutto quello che hanno compiuto, è incredibile. E la tecnologia è lì. Ci sono  dossi lungo la strada, ma questo è il prossimo passo avanti, e penso che siamo pronti . " Wiseman, sulla Soyuz TMA-13M del comandante Maxim Suraev e l'Agenzia Spaziale Europea con l’ astronauta Alexander Gerst torneranno sulla Terra per concludere un soggiorno di 165 giorni nello spazio.  "Ho intenzione di perdere di più, -ha anche detto- cioè l'intera esperienza di volare sulla stazione. Perderò i miei compagni. Adesso sono qui  sulla stazione spaziale internazionale,con altre cinque persone incredibili, e sicuramente ho intenzione di perdere l’assenza di gravità. Non c'è proprio niente di meglio per un essere umano sperimentare qualcosa di così estraneo come l’assenza di peso. E perderò anche la vista ineguagliabile dalla stazione spaziale internazionale. E 'incredibile andare a cercare fuori e vedere che la terra laggiù con l'orizzonte blu. E' stato bello: mi mancherà .                                                                                                    Wiseman è stato particolarmente attivo nei social media, proponendo brevi video Vine.    https://vine.co/v/OAZLrlBjP3V                   "Al mio primo volo spaziale, volevo condividere alcune delle novità, alcune unicità di questo ambiente Credo che i Vines, metteranno queste immagini in movimento e, hanno già catturato l'immaginazione di un buon numero di persone.  Wiseman vuole abbracciare la moglie e i figli, selezionare il cibo che ha voglia di mangiare. “Dopo sei mesi sarà bello essere solo in macchina, guidare sino ad un negozio, prendere quello che voglio e avere la cucina a mia disposizione per qualche buon cibo. Voglio tornare a sedermi su un divano.                                                                                                                               Senza altri contrattempi, Wiseman, Suraev e Gerst saliranno a bordo la loro navicella Soyuz TMA-13M per tornare sulla Terra, atterrando nei pressi di Arkalyk, nel Kazakistan."Non vedo l'ora di sperimentarlo."  Per Wiseman, pilota veterano della Marina, il rientro a bordo della Soyuz  è la più grande corsa sulle montagne russe al mondo, e nulla può mentalmente prepararsi a questo.  “Lascio alle spalle in orbita, Expedition 42  cioè il comandante Barry "Butch" Wilmore, Alexander Samokutyaev e Elena Serova  che disporranno della stazione fino al 23 novembre, quando tre membri dell'equipaggio freschi – mediante la  Soyuz TMA-15M del comandante Anton Shkaplerov, dell’ingegnere di volo della NASA Terry Virts e l’astronauta Samantha Cristoforetti dell’Agenzia Spaziale Europea – vi arriveranno sei ore dopo il lancio dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan”.


venerdì 7 novembre 2014

Recupero delle identità culturali trascurate

Una mostra di maestri dell' arte aretusea che segnano non solo il nostro orizzonte culturale ma in prospettiva anche quello dei nostri figli. " Non sappiamo chi siamo se non siamo in grado di interpretare le nostre radici e quindi da dove veniamo!"

Curiosity trova un minerale atteso sul Monte Sharp_ Marte_

Curiosity della NASA Mars Rover trova minerale
Link
Minerale scoperto da Curiosity su Marte



Polvere di roccia rossastra dalla prima perforazione in una montagna marziana di Curiosity, rover della NASA.Ha dato una prima conferma della missione di un minerale che era già stato mappato dall'orbiter.
"Questo ci collega con le identificazioni minerali dall'orbita, - 
ha detto John Grotzinger (California Institute of Technology di Pasadena ),scienziato del Project Curiosità- che ora possono aiutare a guidare le nostre indagini, come  prova di ipotesi derivate dalla mappatura orbitale" .

Curiosity ha raccolto la polvere di perforazione in uno sperone di roccia alla base del 
minerale principalmente cercato, a fine settembre. Il braccio robotico
Una parte del braccio robotico di Curiosity che ha raccolto polvere dal suolo marziano
 ha consegnato un pizzico del campione per la Chimica e Mineralogia, a CheMin strumento interno del rover. Questo campione, da un target chiamato "fiducia Hills" all'interno del affioramento "Pahrump Hills", conteneva molto più ematite di qualsiasi campione di roccia o di terreno precedentemente analizzati da CheMin, durante i due anni precedenti,cioè durante la vecchia missione. L'ematite è un minerale di ossido di ferro che dà indizi sulle antiche condizioni ambientali dal momento in cui si è formata.
Nelle osservazioni riportate nel 2010, prima della selezione del sito di atterraggio di Curiosity, uno strumento minerale-mapping della NASA Mars Reconnaissance Orbiter ha fornito prove di ematite in unità geologica che comprende l'affioramento Pahrump Hills. Il sito di atterraggio si trova all'interno Gale Crater, bacino da impatto di circa 154 chilometri di diametro con la stratificato Monte Sharp che sorge a circa cinque chilometri dal  centro.

"Abbiamo raggiunto la parte del cratere dove abbiamo le informazioni mineralogiche -
, ha detto Ralph Milliken della Brown University, Providence, Rhode Island-  che sono state importanti nella scelta del Gale Crater, come sito di atterraggio" . Il membro del team scientifico di Curiosity, autore principale della relazione 2010 in Geophysical Research Letters,dove ha identificato minerali,sulla base di osservazioni sul Mount Sharp dal Reconnaissance Imaging Spectrometer Compact, strumento in dotazione dell' orbiter per Marte (CRISM). "Abbiamo un percorso in cui i dati orbitali possono aiutarci a prevedere  i minerali che troveremo e fare buone scelte su dove forare. Le analisi di questo tipo ci aiuteranno a collocare le osservazioni del rover, su una scala della storia geologica  più ampia di Gale che si desume dai dati orbitali. "
Il primo anno di Curiosity su Marte è stato speso indagando affioramenti in una bassa area di Gale Crater chiamato "Yellowknife Bay", nei pressi del punto in cui il rover è atterrato. Il rover ha trovato un antico fondale.Queste rocce testimoniano prove di bagnato, ma nelle condizioni ambientali di miliardi di anni fa : "hanno offerto gli ingredienti e una fonte di energia favorevoli per la vita microbica, se Marte abbia mai avuto microbi". Minerali argillosi di interesse in quelle rocce a Yellowknife Bay non erano stati rilevati dall'orbiter, forse a causa di rivestimenti della polvere che interferiscono con la vista del CRISM.
Il rover ha trascorso gran parte del secondo anno con la missione partendo da Yellowknife Bay a raggiungere la base del Monte Sharp. L'ematite trovato nel primo campione dalla montagna dice di condizioni ambientali diverse dalle condizioni registrate nelle rocce della Yellowknife Bay. Il materiale roccioso deve avere interagito con l'acqua e l'atmosfera per migliorare la sua ossidazione.
Le rocce analizzate in precedenza contenevano anche minerali di ossido di ferro, per lo più di magnetite. Un modo per formare ematite è di mettere la magnetite in condizioni di ossidazione. L'ultimo campione ha circa otto per cento di ematite e  quattro per cento di
  magnetite storia . Le rocce perforate a Yellowknife Bay e sulla strada per il Monte Sharp contenevano al massimo circa l'uno per cento ematite e quantità molto più elevate di magnetite.
"Non c'è più l'ossidazione-ha detto David Vaniman (Planetary Science Institute di Tucson), vice principale investigatore di CheMin,  coinvolta nel nuovo campione.Il campione è solo parzialmente ossidato, e la conservazione di magnetite e olivina indica un gradiente di livelli di ossidazione.Questo gradiente avrebbe potuto fornire una fonte di energia chimica per i microbi".
L'affioramento Pahrump HIlls comprende più livelli in salita dal suo livello più basso, dove è stato perforato il campione di confidenza Hills. Gli strati variano nella struttura e possono variare anche in concentrazioni di ematite e di altri minerali. Il team ora utilizza il rover Curiosity per rilevare l'affioramento e valutare i possibili obiettivi per il controllo ravvicinato e la successiva foratura.
La missione comporta settimane o mesi a Pahrump Hills prima di procedere, più in alto, nella pila di strati geologici che formano il Monte Sharp. Tali livelli superiori includono una banda resistente all'erosione della roccia,in  alto sul monte Sharp con una forte presenza,  desunta dall'orbiter, di ematite, Infatti si chiama "Ematite Ridge". L'obiettivo perforato a Pahrump Hills è molto più morbida e più profondamente eroso di ematite Ridge.
L' altro rover della NASA su Marte, Opportunity, ha fatto una scoperta chiave di sferule

ricche di ematite su una parte diversa di Marte nel 2004. Tale constatazione è stata importante come prova di una storia geologica,del suolo marziano, intrisa di acqua che ha prodotto quelle concrezioni minerali. La forma di ematite a Pahrump Hills è diversa ed è più importante come indizio circa le condizioni di ossidazione. Un sacco di altri elementi di prova a Gale Crater ha testimoniato l'antica presenza di acqua.