venerdì 28 novembre 2014

La spedizione 42 _ NASA_ come lavora sulla stazione spaziale internazionale






I membri dell
a spedizione 42  dell'equipaggio ripresi in  una pausa del duro lavoro di formazione sviluppato al Johnson Space Center della NASA in questo un ritratto riguarda l'intero equipaggio. Nella foto dietro vi sono gli astronauti della NASA Barry Wilmore (a sinistra), comandante; e Terry Virts, ingegnere di volo. Nella foto in prima fila a sinistra vi sono cosmonauti russi Elena Serova, Alexander Samoukutyaev e Anton Shkaplerov mentre l'agenzia spaziale europea (ESA) è rappresentata dall' astronauta italiana Samantha Cristoforetti, tutti ingegneri di volo. La popolazione della Stazione Spaziale Internazionale è pari a sei componenti dopo tre nuovi membri dell'equipaggio sono arrivati ​​domenica sera. Dopo una cavalcata di sei ore che ha avuto inizio presso il cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan, la Soyuz del comandante Anton Shkaplerov e tecnici di volo Terry Virts e Samantha Cristoforetti  ha agganciata il modulo Rassvet per  iniziare il soggiorno di 5 mesi e 1 / 2 nel laboratorio orbitale.
Lunedi è stato un giorno di riposo per tutti i sei membri dell'equipaggio della spedizione 42.Tuttavia, è stato giornata di  lavoro martedì, come l'equipaggio era sparso intorno alla stazione di trasferire merci dalla nuova Soyuz, per condurre esperimenti scientifici e la manutenzione.Il JEM piccolo satellite orbitale Deployer (J-SSOD) fornisce un diario, cassetta di sicurezza, ed è un piccolo lanciatore di capacità  satellitare per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Il J-SSOD è un lanciatore satellitare unico, gestito dal modulo Experiment giapponese Remote Manipulator System (JEMRMS), che fornisce meccanismi di contenimento e di distribuzione per diversi singoli piccoli satelliti della stazione internazionale spaziale . La piattaforma J-SSOD, tra cui installare il satellite nei casi che attengono i piccoli satelliti, viene trasferito dalla membri dell'equipaggio nel vuoto dello spazio attraverso la camera di compensazione JEM per mezzo di  JEMRMS  recupera, si occupa del posizionamento e della distribuzione.
Cristoforetti, la più nuova 
astronauta europea sulla stazione , è stata nel modulo laboratorio Columbus ricevendo il modulo europeo Fisiologia . Il modulo Fisiologia europeo (EPM) è stato progettato per studiare gli effetti di breve e di lunga durata del volo spaziale sul corpo umano. Esso comprende apparecchiature per  misure neuroscientifiche, cardiovascolari, e gli studi fisiologici. Pronto per il prossimo lavoro di installazione, Virts, ha lavorato all'interno del laboratorio giapponese Kibo , ottenendo un piccolo programma di distribuzione satellitare pronto per l'installazione. Shkaplerov ha trascorso molta parte  del suo tempo a bordo dedicandosi all' orientamento equipaggio e al carico di materiali che debbono essere trasferiti.





Expedition 42 | NASA

Nessun commento:

Posta un commento