sabato 11 settembre 2010

World Heritage List o no ?



Siracusa è un contenitore incomparabile di bellezze naturali e monumentali di ogni epoca che lascia stupefatti i turisti sia italiani che stranieri che la vengono a visitare.
E' stata per queste ragioni inclusa nella World Heritage List ma una classe politica tornacontistica ed affaristica minaccia sempre più da presso le sue bellezze,insidiate non solo dalla speculazione edilizia,dall'inquinamento e dalla cementificazione che si sta operando all'interno di quel magnifico scenario naturale del Porto Grande.
Scelte che hanno causato la sollevazione delle associazioni ambientalistiche, del senatore Enzo Maiorca e la necessità di indire un consiglio comunale straordinario proprio sul tema del PRG (piano regolatore).
E' comunque poco credibile che le proteste ambientalistiche riescano a rimuovere le incrostazioni
affaristico-clientelari in una città che sembra avviluppata nelle spire del credo gattopardesco : "tutto cambia, ma nella buona sostanza nulla deve comunque mutare".
La classe politica già si sta impegnando per difendere i piani d'intervento che la classe impreditoriale,non solo aretusea, frapponendo modalità di legge o quant'altro.
E' del tutto risaputo che i politici debbono essere propositivi nell'interesse comune, proponendo anche la modifica delle leggi, se contrastano per l'appunto con l'interesse comune.

Nessun commento:

Posta un commento