mercoledì 23 maggio 2012

Affrontare il cambiamento climatico con la tecnologia

Ipotesi di riflettori spaziali, aerosl atmosferici,
modificazione dell'albedo

Fertilizzazione dell'oceano,assorbimento della Co2 con
 rocce carbonatiche e uso di alberi artificiali
Gli scienziati sono alla ricerca di vari modi per modificare l'ambiente della Terra e per controllare il riscaldamento globale – scoperte che sono note come geo-ingegneria.
Un modo per fare questo è semplicemente quello di riflettere più verso lo spazio la luce del sole, cambiando la riflettività della Terra, o albedo.
Questo potrebbe essere tentata utilizzando vasti, flessibili riflettori  spaziali (1) posti in orbita attorno alla Terra. In alternativa, i vari tipi di "aerosol stratosferici" che potrebbero essere rilasciati nella parte superiore dell’atmosfera  (2) per spargere un po’ di luce nello spazio. Legati alla Terra riflettori (3) potrebbe fare lo stesso.
Un altro approccio è quello di ridurre direttamente il carbonio atmosferico che, tra le altre cose, porta ad aumenti di temperatura.
Questo potrebbe essere fatto anche con la "fecondazione" dell'oceano, stimolando l'assorbimento di carbonio da alghe di superficie che sarebbe poi depositato sul fondo dell'oceano. Esporre anche le superfici di rocce carbonatiche e silicati  a"una maggiore quantità degli agenti atmosferici" potrebbe fornire un luogo al diossido di carbonio dove poter essere assorbito.
Un’altra proposta frequentemente citata è la cattura di anidride carbonica dall'aria con "alberi artificiali", seguito da liquefazione e lo stoccaggio, probabilmente in serbatoi sotterranei.
Non esiste un singolo "proiettile d'argento" nell’ambito della geo-ingegneria, che dovrebbe essere perseguita come soluzione onnicomprensiva  al cambiamento climatico, dice  la Royal Society del Regno Unito nella sua analisi del costo di un ventaglio di proposte rispetto alla loro efficacia.
Aerosol stratosferici sembrano offrire il massimo effetto con il minimo investimento, e potrebbe essere distribuito a breve, ma rappresentano un rischio sconosciuto per l'ambiente.
Modifiche all’albedo della superficie del deserto sono stati progettati per essere più efficaci  come la fertilizzazione degli oceani, ma entrambi potrebbero cambiare in modi inaspettati delicati ecosistemi .

Nessun commento:

Posta un commento