martedì 25 settembre 2012

Le microsfere con idrogel di acido ciclico fosfatidico possono inibire le cellule tumorali nel colon


Formulazioni con microparticelle e nanoparticelle sono ampiamente utilizzate per migliorare la biodisponibilità di farmaci a bassa solubilità e come veicoli per una specifica somministrazione ad organi e  tessuti di farmaci mirati. Abbiamo studiato l'effetto di un rilascio controllato per forme di un lipide bioattivo, l’acido fosfatidico ciclico (CPA), in funzioni  di aiuto a cellule umane  passibili di evolvere in linea di cancro al colon . Abbiamo incapsulato CPA in idrogel a base di gelatina ed esaminato la sua capacità di inibire la vitalità e la migrazione di HT-29 e DLD-1 cellule in vitro e l’attività indotta LPA ​​ del recettore del fattore di trascrizione gamma attivato dal proliferatore dei perossisomi (PPAR). Il sistema di erogazione prevedeva un rilascio prolungato idrogel CPA nel mezzo di coltura. Pertanto, le microsfere di CPA-idrogel sostanzialmente hanno inibito LPA indotta PPARy attività e la crescita cellulare e la migrazione confrontata con quella di cellule coltivate solo .con CPA, Così, microsfere di idrogel sono un potenziale sistema per la consegna stabile ed efficiente dei lipidi bioattivi, come la CPA e possono offrire una nuova strategia per il trattamento mirato del cancro del colon.

Nessun commento:

Posta un commento