martedì 25 settembre 2012

Trovate tracce di acqua sull'asteroide Vesta

Sonda Dawn orbitante su Vesta
Enorme cratere sul lato sud di Vesta

Vesta, il secondo asteroide più massiccio del Sistema Solare, dopo il pianeta nano Cerere, è stato pensato per essere un luogo asciutto, ma la prova più recente  raccolta da Dawn,una sonda della NASA che ha scoperto asteroidi piccoli,ricchi d'acqua, i quali una volta si sono impiantati nella superficie di Vesta . L'acqua viene rinchiusa in minerali idratati fino ad impatti successivi  e crea un calore sufficiente a fondere la roccia e rilasciare l'acqua come gas. Gli scienziati hanno descritto le loro scoperte in due articoli pubblicati sulla rivista Science. Vesta è il più luminoso asteroide visibile dalla Terra e la sua massima distanza dal Sole è un po 'più lontano rispetto alla distanza minima di Cerere dal Sole (2.56AU). Tuttavia la sua orbita si trova interamente all'interno dell'orbita Cererian. Sul lato sud l'asteroide Vesta mostra un enorme cratere. L’ immagine che mostra l'asteroide ripresa dal telescopio spaziale Hubble, è una ricostruzione sulla base di calcoli teorici , e lo mostra anche come una mappa topologica . Questo è un altro corpo nel Sistema Solare interno che ha un ciclo dell'acqua. Gli strumenti di Dawn hanno rilevato un eccesso di idrogeno nelle regioni equatoriali dell'asteroide, che indicano un contenuto di acqua alto come 400 parti per milione. Ci sono anche centinaia di pozzi, alcuni con profondità di 200 metri, in molte delle stesse regioni, che si pensa come luoghi in cui il calore di un conseguente impatto, abbia sbloccato il contenuto di acqua con sfiato nello spazio. Minerali idrati sono stati scoperti anche sulla Luna, ma un meccanismo molto diverso ne è responsabile della presenza a Vesta.                                                                                                                                                                Dawn ormai ha lasciato Vesta e si sta dirigendo verso Cerere. E 'il più grande asteroide del sistema solare e gli astronomi sanno già che c'è l'acqua, ma ci potrebbe essere, nel  sottosuolo,  addirittura un oceano salmastro.

Nessun commento:

Posta un commento