giovedì 14 agosto 2014

Le indagini di Cassini

 Per Cassini nuvole di metano si sviluppano oltre il mare Ligeia  su Titano                                    La missione Cassini-Huygens è un progetto di cooperazione della NASA, l'Agenzia spaziale europea e l'Agenzia Spaziale Italiana. Il Jet Propulsion Laboratory (JPL) di Pasadena, in California, gestisce la missione per il Science Mission Directorate della NASA a Washington. L'orbiter Cassini e le sue due macchine fotografiche a bordo sono state progettate, sviluppate e assemblate al JPL. Il team di imaging è composto da scienziati provenienti da Stati Uniti, Inghilterra, Francia e Germania ed ha sede presso la Space Science Institute di Boulder, Colorado.                                                                             Una immagine animata appena rilasciata dalla sonda Cassini della NASA mostra nubi di metano in movimento sopra il grande mare di metano conosciuto come mare Ligeia  su Titano luna di Saturno .
La sonda Cassini della NASA ha recentemente catturato immagini di nuvole che si muovono attraverso i mari di idrocarburi settentrionali di Titano luna di Saturno .Questa  attività meteo , considerata scaduta dai ricercatori, potrebbe segnalare l'insorgenza di temporali estivi che i modelli atmosferici hanno previsto da tempo .
La sonda Cassini ha ottenuto le nuove viste a fine luglio, come si allontanava da Titano dopo un passaggio ravvicinato. Cassini ha rintracciato il sistema di nuvole in via di sviluppo e di dissipazione sul grande mare metano conosciuto come  Mare Ligeia per più di due giorni. La misura di molte di queste nubi indicano una velocità del vento di circa 3-4,5 metri al secondo.
Per diversi anni dopo il 2004, con l'arrivo di Cassini nel sistema di Saturno, gli scienziati osservano una frequente attività della nube vicino al polo sud di Titano, che al momento stava vivendo la fine dell' estate su Saturno . Si è continuato ad osservare nuvole ,appena la primavera è arrivata nell'emisfero nord di Titano. Dal momento in cui una grande tempesta spazzato tutto dalle basse latitudini della luna ghiacciata alla fine del 2010, solo un paio di piccole nuvole sono state osservate ovunque sulla luna ghiacciata. La mancanza di attività della nube ha sorpreso i ricercatori, per le simulazioni al computer della circolazione atmosferica previsto di Titano: le nubi aumentavano nel nord appena l'estate si avvicinava, portando le temperature sempre più calde per l'atmosfera.
Cassini Tracks Nuvole in via di sviluppo su Titano
Sonda Cassini della NASA ha accelerato lontano da Titano a seguito di un sorvolo relativamente vicino , le sue telecamere hanno monitorato la regione polare settentrionale della luna, catturando segni di rinnovata attività di calore. Immagine : NASA / JPL-Caltech / Space Science Institute
"Siamo ansiosi di scoprire se l'aspetto delle nuvolesegna l'inizio dell'estate- ha detto Elizabeth Turtle, Johns Hopkins University Applied Physics Lab di Laurel, Maryland- che lavora sulle immagini di Cassini nei modelli meteorologici, o se si tratta di un caso isolato . Inoltre, come sono le nuvole relativi ai mari? Forse a Cassini capita di prenderle sui mari, o  se ne formano preferenzialmente lì? "
Un anno su Titano dura circa 30 anni terrestri, con ogni stagione della durata di circa sette anni. Osservare i cambiamenti stagionali su Titano continuerà ad essere un obiettivo importante per la missione Cassini, come l'estate arriva a nord di Titano mentre le latitudini meridionali cadono nel buio inverno.

Nessun commento:

Posta un commento