sabato 11 ottobre 2014

Marte incontra la cometa Seding Spring

La NASA si prepara per Incontro ravvicinato della cometa con Marte

La NASA si prepara per testare la cometa Siding Spring
che sta passando vicino Marte con la sua flotta di apparecchiature scientifiche,quando la cometa avrà, un incontro ravvicinato con Marte, il 19 ottobre, cioè quando questa cometa passa nel giro di circa 87 mila miglia del Pianeta Rosso.
La vasta flotta della NASA che continua ad elaborare attività scientifiche, in particolare quelli in orbita e i due Rover su Marte, che hanno posti in prima fila per l'immagine e lo studio di questa cometa, una sola volta nella vita, e cioe' domenica 19 ottobre.
La cometa C / 2013 A1, noto anche come cometa Siding Spring, passerà entro circa 139,5 mila chilometri dal Pianeta Rosso - meno della metà della distanza tra la Terra e la nostra Luna e a meno di un decimo della distanza di ogni cometa conosciuta in volo attorno alla Terra.
Il nucleo di Siding Spring arriverà più vicino a Marte intorno 02:27 EDT, sfrecciando a circa 126,000 mph (56 km al secondo). Questo forte approssimarsi offrirà un'opportunità senza precedenti per i ricercatori di raccogliere dati sulla cometa e il suo effetto sull'atmosfera marziana.
"Questo è un regalo della scienza cosmica che potrebbe continuare a dare, a diverse missioni scientifiche dell'agenzia che perciò saranno in piena modalità di ricezione", ha dichiarato John Grunsfeld, amministratore associato per il Science Mission Directorate della NASA a Washington. "Questa particolare cometa non è mai entratoa nel sistema solare interno, quindi fornirà una nuova fonte di indizi per primi giorni del nostro sistema solare."
Siding Spring è venuta dalla Nube di Oort, una regione sferica dello spazio che circonda il nostro sole, occupando spazio ad una distanza tra 5.000 e 100.000 unità astronomiche. Si tratta di uno sciame gigante di oggetti ghiacciati ritenuti materiale rilasciati al momento della formazione del sistema solare.
La cometa Siding Spring farà un passaggio ravvicinato a Marte il 19 ottobre Ad una distanza di soli 87 mila miglia, è una mancanza vicina del Pianeta Rosso.
Siding Spring sarà la prima cometa dalla Nube di Oort che sarà possibile studiare da vicino da veicoli spaziali, fornendo agli scienziati una preziosa occasione per conoscere meglio i materiali, compresi i composti di acqua e carbonio, che esistevano durante la formazione del sistema solare 4,6 miliardi anni fa, .
Alcuni dei migliori e più importanti rivelatori immagini e dati scientifici verranno da attività orbitanti o che siano in movimento sulla superficie di Marte. In preparazione per il flyby della cometa, la NASA ha manovrato il suo orbiter marziano Odissea, Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), e il più recente membro della flotta per Marte, Mars Atmosphere and Evolution volatile (MAVEN), al fine di ridurre il rischio di impatto con particelle di polvere ad alta velocità venute fuori dalla cometa.
Il periodo di maggior rischio per veicoli spaziali in orbita inizierà circa 90 minuti dopo l'avvicinamento del nucleo della cometa e durerà circa 20 minuti, quando Marte arriverà più vicino al centro della pista di ampliamento di pulviscolo dal nucleo della cometa.
"Il rischio non è un impatto del nucleo della cometa stessa, ma con la scia di detriti provenienti da essa. Utilizzando i dati forniti da osservazioni terrestri, i risultati deI modelli matematici d'indagine, indicano che il pericolo non è così grande come prima era stato previsto. Marte sarà proprio ai margini della nuvola di detriti, quindi potrebbe incontrare alcune delle particelle - o potrebbe non incontrarle ", ha detto Rich Zurek per il Mars Exploration Program al Jet Propulsion Laboratory della NASA (JPL) di Pasadena, in California .
L'atmosfera di Marte, anche se molto più sottile che la Terra, farà da scudo ai due rover Opportunity
Opportunity
e Curiosity della NASA dalla polvere della cometa, se del caso raggiungesse il pianeta. Entrambi i rover sono programmati per fare osservazioni della cometa.
Curiosity
Gli Orbiters Marte della NASA raccoglieranno informazioni prima, durante e dopo il flyby circa le dimensioni, la rotazione e l'attività del nucleo della cometa, la composizione variabilità e gas della chioma attorno al nucleo, e la dimensione e la distribuzione delle particelle di polvere nella coda della cometa.
Le osservazioni dell'atmosfera marziana sono progettati per controllare eventuali scie meteoriche, cambiamenti nella distribuzione delle particelle neutre e cariche, e gli effetti della cometa sulla temperatura dell'aria e le nuvole. MAVEN avrà una particolarmente buona occasione per studiare la cometa, e come la sua tenue atmosfera, o coma, interagisce con l'atmosfera superiore di Marte '.
Telescopi terrestri e spaziali, compresi l'Hubble Space Telescope della NASA, inoltre saranno in grado di osservare l'oggetto celeste unico. Gli osservatori spaziali dell'agenzia - Keplero, Swift, Spitzer, Chandra - e la base a terra cioè il telescopio ad infrarosso Facility ,situato a Mauna Kea, Hawaii - saranno anche impegnati a tracciare l'evento.Il cacciatore di asteroidi della NASA, il Near-Earth Object Wide-field Infrared Survey Explorer (NEOWISE), è stato l'imaging, e continuerà a proporre immagini, della cometa come parte delle sue operazioni. E i due veicoli spaziali Eliofisici dell'agenzia, Solar Terrestrial Relations Observatory (STEREO) e solare e l'osservatorio eliofisico (SOHO), sarà anche impegnati a proporre immagini della cometa. Balloon Platform dell'agenzia di osservazione per le Scienze Planetarie (BOPPS), un telescopio apalloncino portato a livello sub-orbitale, che ha già fornito osservazioni della cometa in testa-up per l'incontro ravvicinato con Marte.

Nessun commento:

Posta un commento