venerdì 7 novembre 2014

Curiosity trova un minerale atteso sul Monte Sharp_ Marte_

Curiosity della NASA Mars Rover trova minerale
Link
Minerale scoperto da Curiosity su Marte



Polvere di roccia rossastra dalla prima perforazione in una montagna marziana di Curiosity, rover della NASA.Ha dato una prima conferma della missione di un minerale che era già stato mappato dall'orbiter.
"Questo ci collega con le identificazioni minerali dall'orbita, - 
ha detto John Grotzinger (California Institute of Technology di Pasadena ),scienziato del Project Curiosità- che ora possono aiutare a guidare le nostre indagini, come  prova di ipotesi derivate dalla mappatura orbitale" .

Curiosity ha raccolto la polvere di perforazione in uno sperone di roccia alla base del 
minerale principalmente cercato, a fine settembre. Il braccio robotico
Una parte del braccio robotico di Curiosity che ha raccolto polvere dal suolo marziano
 ha consegnato un pizzico del campione per la Chimica e Mineralogia, a CheMin strumento interno del rover. Questo campione, da un target chiamato "fiducia Hills" all'interno del affioramento "Pahrump Hills", conteneva molto più ematite di qualsiasi campione di roccia o di terreno precedentemente analizzati da CheMin, durante i due anni precedenti,cioè durante la vecchia missione. L'ematite è un minerale di ossido di ferro che dà indizi sulle antiche condizioni ambientali dal momento in cui si è formata.
Nelle osservazioni riportate nel 2010, prima della selezione del sito di atterraggio di Curiosity, uno strumento minerale-mapping della NASA Mars Reconnaissance Orbiter ha fornito prove di ematite in unità geologica che comprende l'affioramento Pahrump Hills. Il sito di atterraggio si trova all'interno Gale Crater, bacino da impatto di circa 154 chilometri di diametro con la stratificato Monte Sharp che sorge a circa cinque chilometri dal  centro.

"Abbiamo raggiunto la parte del cratere dove abbiamo le informazioni mineralogiche -
, ha detto Ralph Milliken della Brown University, Providence, Rhode Island-  che sono state importanti nella scelta del Gale Crater, come sito di atterraggio" . Il membro del team scientifico di Curiosity, autore principale della relazione 2010 in Geophysical Research Letters,dove ha identificato minerali,sulla base di osservazioni sul Mount Sharp dal Reconnaissance Imaging Spectrometer Compact, strumento in dotazione dell' orbiter per Marte (CRISM). "Abbiamo un percorso in cui i dati orbitali possono aiutarci a prevedere  i minerali che troveremo e fare buone scelte su dove forare. Le analisi di questo tipo ci aiuteranno a collocare le osservazioni del rover, su una scala della storia geologica  più ampia di Gale che si desume dai dati orbitali. "
Il primo anno di Curiosity su Marte è stato speso indagando affioramenti in una bassa area di Gale Crater chiamato "Yellowknife Bay", nei pressi del punto in cui il rover è atterrato. Il rover ha trovato un antico fondale.Queste rocce testimoniano prove di bagnato, ma nelle condizioni ambientali di miliardi di anni fa : "hanno offerto gli ingredienti e una fonte di energia favorevoli per la vita microbica, se Marte abbia mai avuto microbi". Minerali argillosi di interesse in quelle rocce a Yellowknife Bay non erano stati rilevati dall'orbiter, forse a causa di rivestimenti della polvere che interferiscono con la vista del CRISM.
Il rover ha trascorso gran parte del secondo anno con la missione partendo da Yellowknife Bay a raggiungere la base del Monte Sharp. L'ematite trovato nel primo campione dalla montagna dice di condizioni ambientali diverse dalle condizioni registrate nelle rocce della Yellowknife Bay. Il materiale roccioso deve avere interagito con l'acqua e l'atmosfera per migliorare la sua ossidazione.
Le rocce analizzate in precedenza contenevano anche minerali di ossido di ferro, per lo più di magnetite. Un modo per formare ematite è di mettere la magnetite in condizioni di ossidazione. L'ultimo campione ha circa otto per cento di ematite e  quattro per cento di
  magnetite storia . Le rocce perforate a Yellowknife Bay e sulla strada per il Monte Sharp contenevano al massimo circa l'uno per cento ematite e quantità molto più elevate di magnetite.
"Non c'è più l'ossidazione-ha detto David Vaniman (Planetary Science Institute di Tucson), vice principale investigatore di CheMin,  coinvolta nel nuovo campione.Il campione è solo parzialmente ossidato, e la conservazione di magnetite e olivina indica un gradiente di livelli di ossidazione.Questo gradiente avrebbe potuto fornire una fonte di energia chimica per i microbi".
L'affioramento Pahrump HIlls comprende più livelli in salita dal suo livello più basso, dove è stato perforato il campione di confidenza Hills. Gli strati variano nella struttura e possono variare anche in concentrazioni di ematite e di altri minerali. Il team ora utilizza il rover Curiosity per rilevare l'affioramento e valutare i possibili obiettivi per il controllo ravvicinato e la successiva foratura.
La missione comporta settimane o mesi a Pahrump Hills prima di procedere, più in alto, nella pila di strati geologici che formano il Monte Sharp. Tali livelli superiori includono una banda resistente all'erosione della roccia,in  alto sul monte Sharp con una forte presenza,  desunta dall'orbiter, di ematite, Infatti si chiama "Ematite Ridge". L'obiettivo perforato a Pahrump Hills è molto più morbida e più profondamente eroso di ematite Ridge.
L' altro rover della NASA su Marte, Opportunity, ha fatto una scoperta chiave di sferule

ricche di ematite su una parte diversa di Marte nel 2004. Tale constatazione è stata importante come prova di una storia geologica,del suolo marziano, intrisa di acqua che ha prodotto quelle concrezioni minerali. La forma di ematite a Pahrump Hills è diversa ed è più importante come indizio circa le condizioni di ossidazione. Un sacco di altri elementi di prova a Gale Crater ha testimoniato l'antica presenza di acqua.

Nessun commento:

Posta un commento