martedì 2 dicembre 2014

Evento marziano con raro passaggio di una cometa



Marte recentemente ha ospitato un sorvolo della cometa Siding Spring proveniente dalla Nube di Oort, offrendo l'opportunità senza precedenti di ampliare la comprensione del nostro sistema solare.                                                                                                               Il 19 ottobre, la cometa Siding Spring ha sorvolato passando parecchio vicino a Marte, dando agli strumenti su veicoli spaziali della NASA e dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), l'opportunità di osservare ed esaminare una cometa della Nube di Oort, per la prima volta in assoluto. Siding Spring e' passata a 87 mila miglia di Marte, meno della metà della distanza tra la Terra e la sua luna, e molto più vicino di quanto qualsiasi cometa è mai passata vicino alla Terra. "Riteniamo che questo tipo di evento si verifica una volta ogni 8000 mila anni o giù di lì, - ha dichiarato Jim Green, direttore del Planetary Science Division della NASA-, in una recente discussione dei risultati scientifici del sorvolo della cometa.La nube di Oort è una regione al limite estremo del sistema solare, per quanto a 50.000 unità astronomiche (UA), oppure di un anno-luce dal sole. La regione è piena di oggetti ghiacciati ritenuti più di quattro miliardi di anni, gli avanzi della formazione del sistema solare. Occasionalmente, l'orbita di uno di questi oggetti è stata interrotta, costringendolo nel sistema solare interno. Chiamato "comete di lungo periodo", questi oggetti possono richiedere migliaia di anni per girare intorno al sole.La NASA ha conosciuto Siding Spring nel 2013  e  ci potrebbe essere la possibilità per un veicolo spaziale vicino a Marte di osservare il raro evento. Come si è scoperto, due veicoli spaziali della NASA erano nelle vicinanze: Mars Atmosphere and Volatile Evolution (MAVEN) e Mars Reconnaissance Orbiter (MRO). Inoltre, erano presenti Mars Express dell'ESA e Mars Orbiter della Indian Space Research Organisation (ISRO) . Mentre il potenziale per la scoperta scientifica è stato emozionante, il rischio per il veicolo spaziale è stato altrettanto significativo. "Comet Siding Spring ... ci ha sorpreso -ha detto Green- abbiamo modellato l'ambiente della polvere della cometa ampiamente, e non credevamo che avrebbe causato problemi con le operazioni della nostra sonda marziana." Tuttavia, la NASA e le altre agenzie spaziali hanno deciso di modificare le traiettorie dei loro veicoli spaziali a rifugiarsi dietro il pianeta rosso durante l'evento. "Dopo osservando ... come la polvere della cometa colpì l'alta atmosfera, mi rende molto felice che abbiamo deciso di mettere il nostro veicolo spaziale al di là di Marte al picco del passaggio della coda di polveri e quindi  dal pericolo. Credo davvero che nascondegli così li ha salvati. " Al riparo dalla scia di detriti, gli strumenti sulla navicella hanno iniziato la raccolta di dati sulla composizione fondamentale della cometa e dei suoi effetti sul clima di Marte. Sono stati in grado di provare direttamente la polvere di una cometa della Nube di Oort, che non era mai stato fatto prima. "La polvere della cometa colpì l'alta atmosfera, creando uno strato ionosferico massiccia e densa ed ha  letteralmente cambiato la chimica dell'atmosfera superiore", ha detto Green. Oltre ad aggiungere un nuovo strato di ioni nell'atmosfera di Marte, l'eccesso di velocità cometa che viaggiava a 35 miglia al secondo,come lo strumento a piombo di MAVEN Imaging Ultraviolet Spectrograph, ha descritto, originando una pioggia di meteoriti o una tempesta di meteoriti. "Probabilmente ci sono stati migliaia di stelle cadenti all'ora," ha detto. "E 'estremamente raro nella storia umana. Sarebbe stato veramente spettacolare per l'occhio umano "Complessivamente, gli strumenti su MAVEN hanno rilevato otto diversi tipi di ioni metallici nella polvere della cometa: sodio, magnesio, potassio, cromo, manganese, ferro, nichel e zinco. Anche se la cometa alla fine ha lasciato Marte molto indietro, il suo impatto potrebbe avere effetti di lunga data del pianeta. Quando la polvere si è sparsa nell'atmosfera, ha prodotto metalli vaporizzati. Alla fine questi metalli torneranno in polvere in un processo noto come fumo meteorico. L'introduzione di tutta questa nuova polvere nell'atmosfera di Marte può produrre nubi ad alta quota sopra la superficie del pianeta e potrebbe influenzare la sua interazione con la luce del sole. Inoltre, la chimica dell'atmosfera potrebbe essere alterata in modo permanente.L'interesse per esaminare le proprietà della polvere della cometa non si esaurisce con i suoi effetti su Marte. "Crediamo che le comete sono formate molto presto, molto prima della terra era", ha detto Green. Studiare Siding Spring può offrire una visione unica nel contenuto della nube collasso che ha formato il sistema solare. Maven, progettato per esplorare l'atmosfera superiore e la ionosfera di Marte, è gestito da Goddard Space Flight Center (GSFC). L'Università del Colorado coordina le operazioni del team scienza e scienza. MRO, un progetto destinato a esplorare la storia di acqua sulla superficie di Marte, è gestito da Jet Propulsion Laboratory della NASA (JPL). Mars Express, che ha lo scopo di studiare la superficie e la composizione di Marte, è gestita dall'ESA

Nessun commento:

Posta un commento