sabato 6 dicembre 2014

Gli obiettivi futuri importanti della missione Orion

Il nuovo veicolo spaziale Orion
a Cape Canaveral, in Florida mentre la NASA lo prepara verso la doppia orbita terrestre. Venerdì il suo primo volo di prova è destinato a inaugurare una nuova era di esplorazioni spaziali umane in ultima analisi, a Marte.Il viaggio orbitale senza pilota è iniziato con il decollo all'alba testimoniato da migliaia di ospiti della NASA. Le parti della navicella si sono staccate esattamente come previsto, ricadendo verso la Terra come le telecamere di bordo del sistema Orion hanno fornito una vista mozzafiato del nostro azzurro pianeta .
"La stella del giorno è Orion", ha detto l'amministratore della NASA Charles Bolden Jr., torna per la seconda mattina di fila, chiamandolo "day One dell'era Marte."
Il debutto di Orion è stato breve - solo 4½ ore dal lancio Splashdown, con due orbite della Terra. 
Per saperne di più qui:http://www.charlotteobserver.com/2014/12/04/5360931/orion-test-launch-live-updates.html#.VILTc1XwKdV#storylink=cpy
In un futuro non troppo lontano, gli astronauti destinati ad essere le prime persone a camminare su Marte lasceranno la Terra a bordo di un veicolo spaziale Orion. Portato in alto dall'enorme potere di un razzo Space Launch System, i prossimi esploratori inizieranno il loro viaggio su Marte dal Kennedy Space Center della NASA in Florida, verso il Pianeta Rosso.
La prima futura missione umana su Marte e quelli che seguiranno richiederà l'ingegno e la dedizione di un'intera generazione. Un viaggio che vale la pena del rischio. Quale sarà il prossimo passo in questo viaggio, dopo il primo test di volo di Orione. 
Orion è il primo veicolo spaziale costruito per gli astronauti destinati per lo spazio profondo molto di più rispetto alle leggendarie missioni Apollo degli anni 1960 e '70. È stato progettato per andare più lontano di quanto gli esseri umani hanno mai viaggiato, ben oltre la luna, spingendo i confini del volo spaziale a nuove altezze. Orion si aprirà lo spazio tra la Terra e Marte per l'esplorazione degli astronauti. Questo banco di prova sarà prezioso per la capacità avranno bisogno di testare per le future missioni umani su Marte . L'area intorno alla nostro Luna, in particolare, chiamato spazio cis-lunare , è un ambiente ricco per testare le esigenze di esplorazione umani, come tute per le passeggiate spaziali avanzate, la navigazione utilizzando la gravità, e la protezione degli astronauti dalle radiazioni e dalle temperature estreme.
Una delle prime missioni di Orion nel 2020,sarà l' invio di astronauti per esplorare un asteroide, che sarà posto in un'orbita stabile intorno alla Luna con un veicolo spaziale robotico. Questo Redirect Missione Asteroid testerà le nuove tecnologie, come il Solar Electric Propulsion, che aiuterà a trasmettere carichi pesanti su Marte in anticipo per future missioni umane. Gli astronauti a bordo di Orion torneranno a Terra con campioni di asteroide, avendo testato una serie di strumenti di raccolta e le tecniche che verranno usate in future missioni umane su Marte o sulle sue lune.
Astronauti a bordo Orion per un primo volo con equipaggio nel 2021. Molti dei sistemi di Orion necessari per quel volo e altri sono stati testati questo giovedi con il primo test di volo.
Il primo test di volo di Orion è progettato per testare molti delle modalità e delle procedure più rischiose di lasciare la Terra e tornare a casa nella nave spaziale. Si valuteranno diversi eventi separazioni chiave, tra cui il getto del sistema di interruzione di lancio che sarà in grado di trasportare astronauti in missioni future per la sicurezza se un problema dovesse sorgere sulla rampa di lancio o durante la risalita allo spazio, e la separazione del modulo equipaggio Orion dal suo modulo di servizio prima del suo rientro  nell'atmosfera terrestre.
Lo scudo termico di Orion sarà anche testato per esaminare come la navicella affronta e supera il suo ritorno ad alta velocità dallo spazio profondo. Lo scudo termico sperimenterà temperature vicine 4.000 gradi Fahrenheit durante il test , e tornerà a circa l'80 per cento della velocità della navicella sarebbe in grado di sopportare ritornando dalla vicinanza della luna.
Altri elementi saranno messi a dura prova, tra cui come i computer di Orion gestiscono l'ambiente di radiazione nella cintura di Van Allen, il controllo di assetto del veicolo spaziale e la guida e come i suoi 11 paracadute rallentano il modulo dell'equipaggio a quasi 20 miglia per ora avanti del suo ammaraggio nell'oceano Pacifico.
Le squadre saranno anche impegnate a valutare le procedure e gli strumenti utilizzati per recuperare Orion dal mare dopo che ha toccato a circa 600 km a sud ovest di San Diego ed è stato trasportato a riva.
Testare queste funzionalità contribuirà a garantire che Orion sarà la generazione di veicoli spaziali prossime, per le missioni nei 2020 che metterà Marte alla portata di astronauti nei 2030.
Dato che lo sviluppo continua su Orion, gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale stanno imparando a come proteggere il corpo umano per periodi più lunghi, che le missioni su Marte richiederanno. I ricercatori che operano su rover sempre più avanzate e su veicoli spaziali che già si trovano intorno Marte stanno rivelando la storia del pianeta mentre caratterizzano il suo ambiente per preparare al meglio l'impresa agli esploratori umani. Qui sulla Terra, il settore volo spaziale statunitense sta costruendo e testando tecnologie di prossima generazione e delle quali la NASA avrà bisogno per inviare astronauti su Marte e tornare sani e salvi.

Il viaggio verso Marte è il successivo grande passo in avanti dell'umanità per esplorare il nostro sistema solare. La navicella Orion e il suo primo volo di prova contribuirà a renderlo possibile.


http://www.charlotteobserver.com/2014/12/04/5360931/orion-test-launch-live-updates.html#.VILTc1XwKdV

Nessun commento:

Posta un commento