lunedì 1 dicembre 2014

MAVEN è arrivato su Marte

Dopo aver coperto la distanza di 138 milioni miglia e con 10 mesi viaggio dal pianeta Terra, MAVEN si trasferisce nella sua nuova casa intorno al pianeta Marte di questi tempi. I controllori di volo a Lockheed Martin Space Systems di Littleton (Colorado) con ansia hanno monitorato i progressi del veicolo spaziale, come computer di bordo hanno facilitato con successo l'analisi dell'atmosfera di Marte e l'evoluzione (MAVEN) come veicolo spaziale in orbita intorno a Marte alle 22:24 . Poco prima dell'inserimento orbitale, sei piccoli propulsori sono stati attivati per rallentarlo sufficientemente,valutando la gravità di Marte  per la "cattura" di un veicolo spaziale, posizionato in un'orbita ellittica con un periodo di 35 ore. Poiché ci vogliono segnali radio che viaggiano alla velocità della luce ,che si propagano nel tempo di 12 minuti per colmare il tragitto tra Marte e la Terra, l'intera sequenza orbitale è da confermare che è stata ben eseguita dal computer di bordo. Non c'è alcuna possibilità di cambiare rotta o fare correzioni, di modo che il software deve funzionare perfettamente. Un compito perfettamente assolto ,in quanto la masterizzazione, come hanno detto che era "nominale", e tutto quanto è avvenuto senza alcun intoppo."Questo è stato un grande giorno per MAVEN , - ha affermato David Mitchell,  manager del progetto MAVEN  per la NASA Goddard Space Flight Center- siamo molto entusiasti di unire la costellazione di veicoli spaziali in orbita su Marte e quelli attualmente in perlustrazione sulla superficie del pianeta Rosso. Congratulazioni dunque al team per un lavoro ben fatto finora

Nessun commento:

Posta un commento