domenica 10 gennaio 2016

I razzi per voli spaziali possono essere riutilizzabili

IlSanto Graaldella missilistica  appare sempre più realizzabile?
New Shepard
Il 23 novembre 2015, la società privata di volo spaziale Blue Origin ha inviato un razzo nello spazio suborbitale e  successivamente l’ha portato giù per un touchdown controllato  nel Texas occidentale. La società privata di voli spaziali Blue Origin, di proprietà del fondatore di Amazon Jeff Bezos, è riuscita ad effettuare un’operazione storica, facendo atterrare correttamente, il razzo New Shepard, fatto precedentemente decollare.                                                     Trattasi in buona sostanza della prima volta che un razzo decolla ed atterra intatto.       Questa impresa di Blue Origin apre scenari molto interessanti per il futuro perché potrebbe dare il via ad un nuovo filone di razzi vettori riutilizzabili con un conseguente abbattimento dei costi delle missioni spaziali.

Blue Origin ha, inoltre, battuto sul tempo SpaceX che da tempo cerca di fare la stessa cosa. Attualmente, tutti i razzi lanciati nello spazio sono distrutti o sono abbandonati dopo il lancio. Trattasi di un aspetto che da sempre rende le attività spaziali molto costose perché ad ogni lancio è necessario realizzare un nuovo razzo vettore. Da sempre molte compagnie spaziali cercano una strada per trovare una qualche soluzione alternativa ma con scarso successo, o almeno sino a quanto di straordinario fatto oggi da Blue Origin. Blue Origin ha diffuso un filmato che mostra il volo di prova del razzo. In particolare si vede il razzo New Shepard salire sino allo spazio suborbitale (100 Km), quota dove solitamente si stacca la capsula dell’equipaggio. Capsula pensata per ospitare eventuali turisti spaziali che rimarrebbe in quota in assenza di gravità per 4 minuti prima di planare dolcemente a terra. La fusoliera del razzo principale, dove è stoccato il carburante e dove è presente il motore centrale, è stata progettata per consentire un atterraggio morbido. New Shepard è stato, infatti, progettato per utilizzare una nuova tecnica chiamata “atterraggio propulsivo” che si caratterizza per la riattivazione dei motori quando il razzo scende verso terra. I motori sono utilizzati per controllare la discesa del razzo, contribuendo a rallentarlo e a mantenerlo in posizione verticale in modo che atterri correttamente sul terreno.

Atterraggio di Falcon 9
E dall'inizio di quest'anno, che  sta gareggiando con la società volo spaziale privata SpaceX. Per due volte, a quest’ultima, è  quasi riuscito un atterraggio morbido, cioè la prima fase del suo razzo Falcon 9 su una nave senza equipaggio nell'Oceano Atlantico, durante prove con lanci orbitali. Questi risultati dimostrano che lo sviluppo ottimale e rapido di razzi riutilizzabili - una innovazione chiave che potrebbe tagliare il costo del volo spaziale - è tutt'altro che una chimera, dicono i più convinti sostenitori.  "E 'spingendoci  ai confini, che siamo stati in precedenza  convinti che ciò non potesse accadere,-ha detto Eric Stallmer, presidente della Federazione Spaceflight Commerciale-, e penso ciò che queste due aziende stanno facendo , dimostra che è possibile e, che si potranno ridurre i costi."
Dragon e relativa capsula


Il grande “richiamo” dei razzi riutilizzabili
Falcon 9 è oramai tornato con successo a un punto di atterraggio sicuro. In una prima fase di queste prove per il volo spaziale, SpaceX aveva tentato di fare atterrare il suo razzo Falcon 9 con un atterraggio sicuro a bordo di una piattaforma off-shore. I fondatori miliardari di Blue Origin e SpaceX - Jeff Bezos e Elon Musk, rispettivamente - hanno sottolineato entrambi che i sistemi di lancio riutilizzabili saranno fondamentali per la ricerca dell'umanità che vuole estendere la sua presenza al di fuori del sistema solare."La ragione per cui i viaggi nello spazio sono così costosi è perché buttiamo via questo costoso, materiale missilistico aerospaziale, dopo ogni uso, e così il Santo Graal della missilistica sarà quello di rendere tutto meno costoso”. “Cioè si punta alla piena riusabilità",- ha detto Bezos – è davvero la chiave per ottenere che milioni di persone, -ha aggiunto-, possano vivere e lavorare nello spazio, esplorando il sistema solare, possano andare su Marte e, possano andare su tutto il resto. "Va ridotto drasticamente tale costo."La differenza fatta dai razzi riutilizzabili,- ha detto Musk -, dovrebbe effettivamente essere sostanziosa. Con tali sistemi di lancio potrebbero alla fine ridurre il costo del volo spaziale di un fattore pari a 100, il che rende economicamente fattibile la creazione di una colonia sostenuta su Marte, l'ultimo obiettivo che Musk aveva in mente quando ha fondato SpaceX nel 2002. Così SpaceX ha lavorato sulla tecnologia razzo- riutilizzabile per diverso tempo. La società di Grasshopper che produce il razzo prototipo, ha atterrato con successo numerose volte durante i voli di prova nel corso degli ultimi anni, e adesso è riuscita anche a raggiungere lo spazio. Falcon 9, con il suo carico di 11 piccoli satelliti a bordo, è partito il 22 dicembre 2015 dalla Cape Canaveral Air Force Station e ha fatto ritorno in posizione eretta in un punto poco distante da quello del lift-off: si tratta della prima volta in assoluto in cui si assiste ad evento simile, comprensibilmente un grande successo per SpaceX. Che naturalmente non ha intenzione di fermarsi qui.

SpaceX aveva precedentemente tentato di portare la prima fase del suo razzo Falcon 9, verso la Terra, con atterraggi controllati durante molteplici lanci orbitali. L'azienda aveva tirato fuori "atterraggi" oceanici nell'Atlantico, lasciandolo cadere nella fase di richiamo dolcemente tra le onde. E SpaceX  aveva anche quasi portato il razzo posteriore per un touchdown morbido su una nave  senza equipaggio  in gennaio e aprile dello scorso anno. Ciò è accaduto durante il lancio di Dragon della SpaceX verso la capsula della Stazione Spaziale Internazionale, su piste di rifornimento senza equipaggio, per la NASA. Entrambe le volte, nella prima fase Falcon 9 è riuscito a colpire il suo obiettivo. Ma nella fase finale è venuto giù un po “troppo duro”entrambe le volte, ribaltandosi sul ponte della barca ed esplodendo. Musk ed altri rappresentanti SpaceX  hanno mantenuto la promessa di continuare a provare fino a quando non fossero riusciti a tirare fuori,un buon risultato da questa audace impresa.
Il razzo Nuova Shepard di Blue Origin.Jeff Bezos ha fondato Blue Origin, una società aerospaziale commerciale, che spera di mandare la gente sui viaggi spaziali suborbitali ed orbitali.                                                                        “Quando i sistemi completamente riutilizzabili potranno essere utilizzati su linee, -ha detto Bezos -, regolarmente, verrà introdotta una nuova età dell'oro della missilistica. Sarebbe la prima volta , -ha aggiunto-, dopo il 1960, quando il gigante Saturn V ripetitore della NASA ,portò gli astronauti delle missioni Apollo sulla Luna”.                                                                                                                         “Infatti, il costo più basso e una maggiore efficienza di razzi riutilizzabili , -ha detto Stallmer -, avranno effetti di vasta portata in molti campi diversi. L'innovazione e l'ingegno di questa nuova generazione di imprese spazio-lancio, -ha  aggiunto-, potranno  davvero a cambiare il modo di fare business nello spazio. Ridurre i costi di accesso allo spazio, -ha  poi concluso-, sta per aprire tante nuove frontiere e possibilità davvero infinite. Non so nemmeno da dove verrà la prossima grande idea, ma questo è il bello” . 





Nessun commento:

Posta un commento