lunedì 29 febbraio 2016

Lanciato il terzo satellite Sentinel per la missione ambiente Copernico



Il terzo satellite sviluppato dall' ESA con quattro strumenti di osservazione della Terra è stato lanciato e fornirà un'immagine più grande' per il programma ambiente europeo Copernico .
Il satellite Sentinel-3A (1150 kg) è stata condotto in orbita su un lanciatore Rockot 
Sentinel 3 e il lanciatore Rockot
da Plesetsk, in Russia. Dopo una prima combustione di partenza circa cinque minuti dopo il decollo e una seconda circa 70 minuti più tardi, per cui lo stadio superiore del Rockot ha consegnato Sentinel-3A nella sua orbita prevista,  a 817,5 km sopra la Terra. Il satellite si è separato dopo 79 minuti in volo. Il primo segnale da Sentinel-3A è stato ricevuto dopo 92 minuti dalla stazione di Kiruna in Svezia. I collegamenti di telemetria e controllo d'assetto sono stati poi stabiliti dal controller al centro operativo ESOC dell'ESA a Darmstadt, in Germania, permettendo loro di monitorare la salute del satellite.
Dopo il lancio e la messa in orbita di tre giorni, i controller inizieranno il controllo che tutti gli elementi  del satellite stanno lavorando e, successivamente, calibreranno gli strumenti  sul satellite. La missione dovrebbe iniziare tutte le operazioni in cinque mesi.
"Con il successo del lancio di Sentinel-3 siamo ora
,-ha detto il direttore generale dell'ESA Jan Woerner -in attesa delle modalità con le quali i nostri team di esperti guideranno questa missione nella sua vita operativa - come hanno fatto i primi due satelliti della serie".
"Questa è un'altra dimostrazione della vasta gamma di competenze che abbiamo all' ESA dalla fase di progettazione iniziale fino a quando la missione operativa rimarrà in orbita."
La missione è la terza di sei famiglie di missioni dedicate che compongono il nucleo della rete di monitoraggio ambientale Copernico dell'Europa. Copernico si basa sui satelliti Sentinelle e contribuiscono alle missioni per fornire i dati per il monitoraggio dell'ambiente e sostenendo le attività di sicurezza civili. Sentinel-3 porta una serie di sensori all'avanguardia per fare proprio questo. Negli oceani, si misura la temperatura, il colore e l'altezza della superficie del mare, nonché lo spessore del ghiaccio marino. Queste misure saranno utilizzate, per esempio, per monitorare i cambiamenti del clima della Terra e per più applicazioni come l'inquinamento marino e la produttività biologica.Sulla Terra, questa missione innovativa controllerà incendi, mappare il modo in cui terra è usata, controllare la condizione della vegetazione e misurare l'altezza di fiumi e laghi.





Sentinel-3


"Questo è il terzo dei satelliti Sentinel lanciati in meno di due anni - ed è certamente un momento speciale. Segna anche una nuova era 
,-ha detto Volker Liebig, direttore dei programmi di osservazione della Terra dell'ESA-, per i servizi Copernico, con Sentinel-3 che fornisce tutta una serie di nuovi dati e assicura  una copertura senza precedenti degli oceani ".Sentinel-3B, il suo satellite gemello, è prevista per il lancio il prossimo anno.I dati provenienti da tutti i satelliti Sentinelle sono utilizzati in tutto il mondo e sono gratuiti per tutti


Appena due settimane dopo il lancio, l'ultimo satellite Sentinel ha offerto un assaggio di ciò che fornirà per il programma Copernico dell'UE. La prima immagine di Sentinel-3A, catturato  il 29 febbraio, mostra il passaggio dal giorno alla notte sopra Svalbard, in Norvegia.Oltre a mostrare l'arcipelago coperta di neve, l'immagine dettagli anche ghiaccio marino artico e alcune caratteristiche nuvole.Un'altra immagine  lo stesso giorno mostra  la California, Stati Uniti d'America. Cattura anche Los Angeles, che per coincidenza è dove si tiene la Ocean Colour Gruppo di Coordinamento Meeting Internazionale .
Penisola Iberica
Il giorno seguente, un immagine mostra la Spagna, il Portogallo, lo Stretto di Gibilterra e il Nord Africa.Queste immagini sono state catturate dal suo strumento di colore mare e di terra , OLCI. Con il patrimonio da Envisat, questo nuovo strumento ha 21 bande spettrali, una risoluzione di 300 m ed una larghezza della striscia di 1270 km.Con occhi nuovi sulla Terra, questo strumento consentirà una migliore risoluzione ecosistemi oceanici da monitorare. Indagherà inoltre la vegetazione, le condizioni delle colture e il monitoraggio delle acque interne, oltre a fornire stime di aerosol atmosferico e nuvole - che portano significativi benefici alla società attraverso più consapevole processo decisionale.
"Questa prima immagine rivela già la vera versatilità di Sentinel-3A -ha detto, Volker Liebig, direttore dei programmi di osservazione della Terra dell'ESA- 
California da Sentinel-3A
la missione sarà al centro di una vasta gamma di applicazioni, dalla misurazione dell'attività biologica marina e fornirà informazioni sullo stato di salute della vegetazione.Sentinel-3A è un vero e proprio cavallo di battaglia che si appresta a fare un cambio di passo nella varietà di prodotti di dati forniti agli utenti."
Portare una suite di strumenti che lavorano insieme, Sentinel-3A è probabilmente la più complessa di tutte le Sentinelle  della missione Copernico. Misurerà sistematicamente tutti dati  terrestri: gli oceani, la terra, il ghiaccio e l'atmosfera,quindi in grado di monitorare le dinamiche globali su larga scala e fornire informazioni critiche quasi in tempo reale per l'oceano e le previsioni meteorologiche.

Colore della vita
Dopo il lancio e l'inizio operazioni fase del satellite, che è stata completata a tempo di record, si spenderanno i prossimi cinque mesi per commissionare  il servizio. Il satellite dovrebbe essere nella sua orbita 'di riferimento'  il 3 marzo.
Una volta commissionato, ESA consegnerà le operazioni satellitari di EUMETSAT. 

Sentinel-3A decollo
Alain Ratier, di EUMETSAT direttore generale, ha aggiunto: "Questa prima immagine è una promessa per la comunità degli utenti dell'ambiente marino. Come l'operatore della missione Sentinel-3 marino, siamo lieti di vedere il primo frutto della nostra cooperazione con l'ESA e la Commissione europea".
Queste prime immagini sono solo l'inizio. OLCI è stato il primo strumento per essere acceso. Nei prossimi giorni ci saranno più notizie da altimetro Sentinel-3, che misura l'altezza della superficie dell'oceano, e il radiometro, progettato per misurare la temperatura della terra e del mare-superficie.

Nessun commento:

Posta un commento