giovedì 23 giugno 2016

Col modulo BEAM gli astronauti si predispongono alle successive esplorazioni

BEAM aperto per la prima volta sulla ISS.
L'astronauta della NASA Jeff Williams galleggia davanti all'ingresso del Modulo attività espandibile Bigelow.
L'astronauta della NASA Jeff Williams ha aperto il portello per la Module Activity Bigelow espandibile (BEAM) lunedì, 6 giugno Insieme con il cosmonauta russo Oleg Skripochka, Williams è entrato nel BEAM per la prima volta a raccogliere un campione d'aria e iniziare a scaricare i dati dai sensori sulla dinamica di espansione del modulo. Williams ha detto ai controllori di volo a Mission Control, Houston che il BEAM sembrava "incontaminato" e ha detto che era freddo dentro, ma che non vi era alcuna prova di condensa sulle superfici interne. Altre opportunità d’ingresso per implementare altri sensori e apparecchiature del Beam sono già state programmate nei prossimi giorni. Il portellone di Beam rimarrà chiuso dopo ogni ispezione. Williams e le squadre di lavoro della NASA al Bigelow Aerospace sono un centro di controllo della missione al Johnson Space Center della NASA a Houston. Hanno ampliato le funzioni della Bigelow espandibile Activity modulo (BEAM) riempiendolo di aria durante più di sette ore nelle ultime operazioni nel mese di maggio. Il BEAM
Il modulo BEAM
lanciato  l’8 aprile
 a bordo di una navicella cargo Dragon della SpaceX da Cape Canaveral Air force Station in Florida, è stato assegnato al modulo Tranquility della Stazione spaziale Internazionale circa una settimana dopo. Il Beam è un esempio di maggiore impegno della NASA a collaborare con l'industria per consentire la crescita dell’uso commerciale dello spazio. Il modulo, che Bigelow Aerospace ha sviluppato e costruito, è co-sponsorizzato da Bigelow Division Advanced Systems Exploration della NASA.Il portellone della Bigelow espandibile Activity Module è stato aperto per la prima volta  dall’astronauta Jeff Williams
Williams al lavoro dentro il modulo BEAM
che è entrato all’interno e ha controllato i sensori, ma anche i condotti d'aria installati e riportando sulla Terra che erano in ottime condizioni.
 Dopo che Williams ha completato le verifiche nel BEAM, è uscito ed ha chiuso la botola per la giornata. L'equipaggio entrerà nel BEAM un altro paio di volte per controllare i sensori e le attrezzature. BEAM rimarrà attaccato alla Stazione Spaziale Internazionale per due anni, duranti i quali saranno effettuate prove della sua durata. Il resto dell'equipaggio Expedition 47 ha avviato studi di ricerca umani ,dei quali beneficieranno gli astronauti nello spazio e le persone sulla Terra. L’astronauta britannico Tim Peake ha esplorato come gli astronauti si adattano a compiti che richiedono elevata concentrazione e procedure dettagliate. Le capacità motorie sono cruciali per interagire con successo con le tecnologie touch-based, la riparazione di apparecchiature sensibili, e una varietà di altri compiti. In the Effects of Long-Duration Microgravity on Fine Motor Skills: 1 year ISS Investigation (Fine Motor Skills), crew members perform a series of interactive tasks on a touchscreen tablet. Negli effetti di lunga durata microgravità sulle capacità motorie: 1 anno di investigazione sulla  ISS (capacità motorie), per la quale i membri dell'equipaggio eseguono una serie di attività interattive su una tavoletta touchscreen. The investigation is the first fine motor skills study to measure long-term microgravity exposure, different phases of microgravity adaptation, and sensorimotor recovery after returning to Earth gravity. L'indagine è il primo studio sulle capacità motorie per misurare l'esposizione a lungo termine microgravità, le diverse fasi di adattamento alla microgravità, e il recupero senso motorio dopo il ritorno alla gravità terrestre. Williams poi  ha raccolto campioni biologici per lo stivaggio e l'analisi dell’ esperimento Multi-omiche  che studia il sistema immunitario. L'analisi multi-omiche di umana microbica-metabolica, viene attuata con modalità trasversali, nell'ecosistema spazio. Multi-omiche  è un’indagine che valuta l'impatto dell'ambiente spaziale e dei prebiotici sulla funzione immunitaria degli astronauti, combinando i dati ottenuti dalle misurazioni dei cambiamenti nell'intestino e la sua composizione microbiologica, profili metabolici, e il sistema immunitario.  Il comandante Tim Peake e l’ingegnere di volo Yuri Malenchenko sono stati impegnati nei preparativi della loro navicella spaziale Soyuz TMA-19M che si preparava alla partenza del 18 giugno. Peake si è unito al duo per il ritorno a casa dopo aver vissuto nello spazio per sei mesi.
Il modulo BEAM attaccato alla stazione spaziale internazionale



Atterraggio della Soyuz con la spedizione 47





Nessun commento:

Posta un commento